“Amor di terra lontana” di Mariagraziella Belloli

Una storia vera del Cinquecento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

“Amor di terra lontana” di Mariagraziella Belloli, una storia vera del Cinquecento. È stato pubblicato da Sogni di carta, nuovo marchio editoriale salentino, l’ultimo romanzo di Mariagraziella Belloli. Si tratta di “Amor di terra lontana. Storia di una amore nella Bitritto del Cinquecento”. La trama è incentrata sulla storia d’amore tra Caterina del Pozzo e Giovanni Guidotti.

L’autrice scopre la vicenda dei due personaggi, realmente esistiti nella Bitritto del Cinquecento, durante un’escursione in questa città, nella quale si imbatte nella chiesa di Santa Caterina. Qui su una lapide scorge i nomi dei due e decide di fare delle ricerche in merito che la portano a ricostruire la storia d’amore tra Caterina e Giovanni. Attraverso i loro appunti e i loro diari si scopre che l’uomo e la donna, appartenenti a importanti famiglie nobiliari, si incontrano grazie al fratello di lei, Antonio Del Pozzo, barone di Bitritto, che accoglie in Puglia Giovanni, nobile di Bologna.

L’amore scoppia già al primo incontro e dopo poco tempo i due decidono di sposarsi. Caterina accompagna il marito nei sui viaggi per le città della Puglia e nei pressi di Sovereto essi si imbattono in una chiesa dedicata a Santa Caterina. Preso come un segno della protezione della Santa verso di loro, Giovanni decide di far costruire una cappella simile a Bitritto, che sia anche simbolo del loro grande amore, tuttora esistente. Per due anni la vita dei coniugi scorre felicemente, fino a quando una tragedia non sconvolgerà le loro vite. Un romanzo intenso, che riporta il lettore indietro nel tempo, anche attraverso foto che riprendono i luoghi più caratteristici legati allo svolgersi degli eventi e che tuttora si possono ammirare a Bitritto e nei suoi dintorni.

Torna su
LeccePrima è in caricamento