Cristina Carlà per "Fatti a Sud"

Il colore delle cose fragili è la parte migliore di Cristina Carlà.
Cristina non è un’esordiente, la sua penna ha già percorso
svariati sentieri, è poliedrica, si sperimenta e si re-inventa,
ma sempre grazie alla parola. Il libro è un mix di prosa e versi,
una scrittura in movimento che racconta le cose del mondo,
descrive la bellezza che ritrova per caso nella vita di tutti i
giorni e nei gesti comuni. A guidarci in questa lettura pochi
capitoli che si colorano di viola (del movimento), blu
(dell’amore), rosso (dell’essere femmina), nero (della verità).
Cristina Carlà, laureata in Traduzione e Interpretazione
presso la SSLMIT di Forlì, Scuola Superiore di Lingue
Moderne per Interpreti e Traduttori, Università di Bologna.
Vive in Francia ma il richiamo degli ulivi la fa tornare nella sua
terra. Nel 2018 partecipa a Landxcape Puglia. È
appassionata di teatro. Lavora come traduttrice freelance e
collabora con Colori Vivaci Magazine, vince il Premio
Letterario Nazionale Adriana Martino e ottiene la menzione
speciale al Concorso Nazionale Versus Sulmona.

Cristina Carlà dialogherà con Simona Cleopazzo, scrittrice ed operatrice culturale, curatrice editoriale di Collettiva.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • La nuova edizione del concorso internazionale Poster For Tomorrow

    • dal 17 febbraio al 20 maggio 2020

I più visti

  • Teatro Illiria: rassegna teatrale 2019-20

    • dal 22 dicembre 2019 al 5 aprile 2020
    • TEATRO ILLIRIA
  • Laboratorio di teatroterapia a Maglie

    • dal 29 ottobre 2019 al 26 maggio 2020
    • Corte De'MIracoli
  • Matinée Musicali al Museo Castromediano: concerti e visite guidate

    • dal 12 gennaio al 14 giugno 2020
    • Museo Prov.le Sigismondo Castromediano
  • Inaugurazione della mostra "Il Paese dei Balocchi": la collezione Marzadori

    • fino a domani
    • dal 13 dicembre 2019 al 31 marzo 2020
    • ex Convento dei teatini
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento