Si aprono le porte di Casa&Putea, avamposto di cinema e psicologia nel basso Salento

Inaugurazione della sede sociale dell'associazione Casa&Putea APS a Gagliano del Capo (LE), nata grazie al bando PIN - Pugliesi INnovativi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

È giunto il momento che molti stavano aspettando. Dopo il convegno in collaborazione con Salento Alzheimer del primo settembre e gli incontri divulgativi del ciclo “Un film ti salva la vita”, l’associazione Casa&Putea inaugura la propria sede. Vincitrice del concorso PIN, iniziativa promossa dalle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI e finanziata con risorse del FSE – PO Puglia 2014/2020 Azione 8.4 e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, nasce da un’idea di tre giovani gaglianesi: Francesco Giaquinto, psicologo, Andrea Settembrini e Gabriele Licchelli, sceneggiatori e professionisti del cinema, già co-fondatori di Broga Doite insieme a Francesco Lorusso.

Che il benessere non si limiti alla sola sfera del corpo, ma coinvolga anche la dimensione psicologica (emozioni e cognizione) e sociale (stare con e nella società) è un dato conclamato per l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Eppure, in un territorio in cui i dati demografici sono allarmanti, per lo spopolamento e l’invecchiamento, è difficile incontrare luoghi in cui il dialogo intergenerazionale, lo scambio culturale e la promozione del benessere psicologico e sociale siano la priorità.

Allo stesso tempo, nonostante il web abbia reso possibile vivere l’esperienza filmica in qualunque luogo, l’importanza della visione di un film all’interno di una sala cinematografica resta indiscussa, soprattutto in contesti in cui prendono pericolosamente piede dinamiche di isolamento.

Casa&Putea è un luogo di incontro, tra cinema e psicologia, tra anziani e giovani, tra vecchie storie e nuovi modi di raccontarle. Prende spunto dal più diffuso modello di vita del Salento, la casa, luogo dove ci si prende cura di se stessi e della famiglia, e la bottega (putea), luogo dove si coltiva il proprio mestiere, la propria “arte”. Sito nel cuore del Capo di Leuca, a Gagliano in via Diaz n° 10, si pone in un’ottica comunitaria ed aggregante, non limitata ai campanilismi di paese. Per cui CAsa&PUtea diventa “Pensare alla CAPU ‘ntra lu CAPU”, un avamposto in cui ricercare e valorizzare le memorie e le tradizioni della popolazione locale dell’intero Capo di Leuca.

“Il nostro obbiettivo è quello di offrire un programma completo di attività per il benessere psicologico e sociale della persona, in particolare dell’anziano, e al contempo, degli anziani, conservarne le storie, gli aneddoti e le memorie che costituiscono un patrimonio culturale, immateriale, del territorio. Come? Attraverso la psicologia e il cinema e l’audiovisivo, e la costruzione di un piccolo archivio. Casa&Putea offre per i più giovani la possibilità di avvicinarsi al cinema tramite laboratori di filmmaking, oltre ad attività di diffusione della cultura cinematografica sul Capo di Leuca, attraverso incontri con autori e proiezioni”.

Per cui l’appuntamento è per giovedì 27 dicembre dalle ore 18.00 in via Diaz n° 10 a Gagliano del Capo. Sarà possibile visitare la Casa e la Putea, renderle vive ed abitarle. Portate con voi i vostri ricordi, le vostre storie, perché durante la serata davanti al fuoco, a qualcosa di caldo e un po' di musica arriverà il momento di raccontarsi i vecchi "cunti".

Torna su
LeccePrima è in caricamento