Terzapagina. Al via "Hotchpotch Fest": a Giuggianello la musica è mescolanza

Una tre giorni dedicata ad altrettanti generi musicali: il reggae, l'elettronica e il rap. È questo il senso dell'evento che avrà luogo dal 26 al 28 agosto presso il campo comunale: tra gli ospiti Boosta, tastierista dei Subsonica

Boosta dei Subsonica (infophoto)

GIUGGIANELLO - Una tre giorni dedicata ad altrettanti generi musicali: il reggae, l’elettronica e il rap. È questo "Hotchpotch Fest", evento che avrà luogo dal 26 al 28 agosto presso il campo comunale di Giuggianello ed organizzato dal neonato F.d.c. group.

È la stessa espressione “hotchpotch” ad indicare inequivocabilmente "confusione", "mescolanza" collegandosi a quella commistione, quel pot-pourri di generi musicali che caratterizza la kermesse. Essa vuole essere, infatti, un incontro, un miscuglio di culture diverse con alle spalle una storia ed un impegno attuale, tali da renderle protagoniste nel panorama musicale italiano.

Il 26 agosto, pertanto, si esibiranno Raina dei Villa Ada Posse, Lampa Dread degli One Love Hi Powa, padri della cultura reggae in Italia e Ghetto Child Sound System; il 27 agosto, sarà il turno dell’elettronica con Boosta, fondatore e tastierista dei Subsonica; il 28 agosto sarà il giorno conclusivo dedicato al rap italiano con la performance degli Assalti Frontali, vecchia scuola dell’underground rap italiano, cresciuti nel collettivo musicale Onda Rossa Possa ed infine di Inoki, rapper bolognese duro e puro, attivo da ben 12 anni nell’underground rap italiano.

Ingresso a pagamento, costo singolo per serata (4-5 euro) e costo totale valido per tutte e tre le serate 10 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Morì dopo lo scontro con un camion: due condanne

Torna su
LeccePrima è in caricamento