“Il Vangelo secondo il rock”: il 13 maggio, a Novoli, l’incontro con l’autore Massimo Granieri

Appuntamento alle ore 20 nella chiesa dei Passionisti. L’evento culturale è promosso da Nova LiberArs a.p.s.

“Il Vangelo secondo il rock” (Claudiana ed.), il bellissimo libro scritto a quattro mani da Massimo Granieri (sacerdote passionista, molto noto in rete per i suoi interventi di critica musicale) e Luca Miele (giornalista del quotidiano “Avvenire” e autore, de “Il Vangelo secondo Bruce Springsteen”), approda a Novoli in occasione della Peregrinatio delle Sacre Reliquie delle lacrime della Madonna di Siracusa.

Appuntamento lunedì, 13 maggio 2019, alle ore 20, nella chiesa del Convento dei Padri Passionisti a Novoli.

L’evento culturale, organizzato dalla stessa comunità passionista in collaborazione con l’associazione di promozione sociale Nova LiberArs, vedrà la partecipazione di uno degli autori, Padre Massimo Granieri, che dialogherà con Antonio Soleti (giornalista ed editore).

Scorrendo le pagine del volume si incontrano Patti Smith, Bruce Springsteen, Janis Joplin, Cat Power, Tom Waits, Bob Dylan e altri protagonisti della scena mondiale atteso, come afferma nella sua prefazione Antonio Spadaro, gesuita e direttore de “La civiltà cattolica”, che “il rock ha avuto, da sempre, la capacità di farsi interprete dei sogni, delle aspirazioni e dei malesseri dei giovani, convogliando tensioni, anche violente, ma certamente profonde”.

“Nova LiberArs – dichiara il presidente, Emmanuela Ruccoha visto la luce nel dicembre 2017, proprio nelle ‘austere’ sale dello storico convento dei Padri Passionisti a cui siamo particolarmente affezionati. Per questa ragione accogliamo sempre con soddisfazione e gioia qualsiasi invito a collaborare al fianco di figure che, al di là del loro ministero pastorale, sono per noi autorevole punto di riferimento. Il nostro audace impegno nella promozione di eventi culturali, a Novoli ma anche e soprattutto al di fuori dei confini locali, è una passione che ci arde in petto,  certi come siamo che ‘fare cultura’ significa creare opportunità, accrescere le relazioni, intensificare gli scambi, arricchirsi reciprocamente senza la pretesa di primeggiare ma nel solo auspicio di operare assecondando un bisogno che non appartiene a pochi intimi ma alla collettività.

Questo appuntamento – conclude Rucco – si inserisce nel solco delle molteplici attività culturali che abbiamo programmato nel corso dell’anno 2018-2019 e che vedranno il loro culmine in altri due importanti eventi, il prossimo 29 maggio sempre nel convento dei Padri Passionisti e il 15 giugno a Lecce con il concerto diretto da Mons. Marco Frisina, autore di numerosi canti liturgici conosciuti ed apprezzati in Italia e all’estero, fondatore e direttore del  Coro della Diocesi di Roma, con il quale anima le più importanti liturgie diocesane, alcune delle quali presiedute dal Santo Padre”.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Il tour di "8", il legame con il Salento, l'Europa. Intervista a Max Casacci dei Subsonica

  • "Felice di essere con voi": Elisa super ospite del concertone della Taranta

  • Mantenere le qualità nutrizionali del cibo, gli alimenti da lasciare fuori dal frigo

I più letti della settimana

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

  • Passa con il semaforo rosso, aveva la patente revocata. E si scopre la cocaina

  • Morto Giovanni Semeraro, il patron che ha portato il Lecce dentro il calcio moderno

  • A poche ore dal sequestro di sdraio, la madre del titolare del lido viola sigilli: nei guai anche lei

  • Colpito dall’elica di una barca durante il bagno nello Ionio: ferito all’arto

Torna su
LeccePrima è in caricamento