Festa di Santa Cesarea, fontane danzanti in acqua al posto dei fuochi pirotecnici

Lo spettacolo pirotecnico è vietato nelle aree protette in quanto compromette la salvaguardia del paesaggio. E l'ente parco si è dimostrato irremovibile. La decisione è stata adottata in vista delle celebrazioni del prossimo 22 agosto

Una veduta di Porto Cesareo.

PORTO CESAREO – Niente fuochi pirotecnici per i festeggiamenti in onore di Santa Cesarea ma spettacolo di acqua e luci con fontane danzanti, in programma il prossimo 22 agosto. La decisione giunge di comune accordo tra il “Comitato Feste Parrocchia B.V. del Perpetuo Soccorso” e l’amministrazione comunale di Porto Cesareo.

I vari tavoli tecnici convocati dal sindaco a seguito di disposizioni pervenute dalla Prefettura di Lecce finalizzate all’aggiornamento delle idoneità dei luoghi destinati all’accensione dei fuochi artificiali, si sono conclusi in un nulla di fatto in quanto il responsabile dell’Ufficio Parco, Tarcisio Basile, ha sempre espresso il proprio parere contrario alla realizzazione di tale spettacolo pirotecnico poiché trattasi di attività vietate nelle aree protette in quanto compromettono la salvaguardia del paesaggio e degli ambienti naturali tutelati, con particolare riguardo alla flora e alla fauna protette e ai rispettivi habitat. 

In particolare poi, per quanto riguarda l'Isola Grande, il responsabile ha espresso il proprio parere contrario in quanto “si tratta di un'area di nidificazione di due specie di uccelli in pericolo di estinzione, il gabbiano corso e il fraticello” .

Nell’ultimo tavolo tecnico tenutosi la scorsa settimana, sono stati individuati alcuni siti nell’entroterra, come per esempio un’area nelle vicinanze del campo sportivo nella zona “Il Poggio”, area che però è stata ritenuta non all’altezza del tradizionale e suggestivo spettacolo pirotecnico con gli straordinari effetti luce sul mare.

Sulla questione il primo cittadino ha dichiarato: “Ringrazio il Comitato festa per la collaborazione nell’individuazione di uno spettacolo alternativo, appunto quello delle Fontane Danzanti. Il Comitato ha dimostrato vera collaborazione nella risoluzione della problematica burocratica e ha dimostrato di agire nel primario interesse della buona riuscita della festa, tanto che si è prontamente attivato per realizzare questo spettacolo alternativo, seppur nella difficoltà data dal breve lasso di tempo avuto per l’organizzazione dello stesso. Quello delle Fontane Danzanti – ha concluso - costituisce un tentativo di creare uno spettacolo alternativo, innovativo e allo stesso tempo sicuro ed ecosostenibile da un territorio, quello di Porto Cesareo, ricco di flora e fauna protetta.  Sono convinto che lo spettacolo alternativo sarà di gradimento per turisti e cittadini”. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Si allontana, attraversa la litoranea e raggiunge la scogliera: paura per un bimbo di 3 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento