I sapori di una volta a Merine per la 24° Sagra te lu Ranu

I sapori autentici del grano e della tradizione contadina in un’atmosfera di festa e colori, sono pronti ad inaugurare la stagione delle sagre e del buon cibo: l’8, il 9 e il 10 luglio torna a Merine la 24° edizione della storica “Sagra te lu Ranu”.
 

A soli 2 km da Lecce, il Comitato organizzatore con il supporto di tutti i volontari del paese - e con la partnership del "GAL Valle della Cupa" - si prepara ad accogliere anche quest’anno famiglie e turisti in una magica cornice del passato per assaporare i piatti tipici della vita contadina, con la degustazione a prezzi popolari della pasta fatta in casa preparata dalle massaie del paese, “lu ranu stumpatu”, i “muersi”, le “fave nette cu le cicorie”, le puccette “pizzicate” e altri prodotti conosciuti nel Salento come le pittule, le friselle e i “pizzi”.
Tra le novità di quest’anno le “orecchiette cu le rape”, oltre alla possibilità di assaporare prodotti casarecci anche con farine e spezie dalle rinomate proprietà benefiche come la curcuma, lo zenzero e le diverse varietà di cereali.
 
L’unica sagra a proporre tre palchi ogni sera in punti diversi del paese, quest’anno dalle h.20.00 accoglierà diversi protagonisti. Ospite speciale di questa 24° edizione sarà Antonio Castrignanò, ormai presenza fissa da anni sul palco della “Notte della Taranta” che con la sua voce riscalderà tutti a suon di musica popolare.
In contemporanea, a ritmo di musica ‘70/’80, si esibiranno con tutta la loro energia i Kiss and The Gang, mentre in piazza tutte e tre le sere lo spazio sarà dedicato a spettacoli, intrattenimento e live music orchestra a cura di una compagnia di artisti di strada, coordinata dagli organizzatori d'eventi di ”Party Planet” di Surbo.
 
Sabato invece (all’Ajera) si ballerà a ritmo di pizzica e musica tradizionale in compagnia degli Alla Bua, il gruppo storico tra i più rinomati nel Salento. Sull’altro palco invece (zona Campo Sportivo) live show e cabaret in compagnia di P40 e degli spettacoli comici e coinvolgenti dei “MalfAttori”.
 
Domenica 10 infine l’evento si chiuderà con la presenza di due gruppi direttamente da Cutrofiano, una delle patrie natìe dei cantori popolari. Saranno ospiti sul palco dell’Ajera prima i “Cardisanti”, con il loro repertorio tradizionale ispirato agli “Ucci” e poi i ritmi pizzicati rivisitati in chiave contemporanea dei Kamafei. Ad esibirsi durante le tre sere saranno anche i Cunservamara, l’Orchestra Spettacolo Simpatia e i Kumpagnissi.
 
Aggiornamenti, programma completo, foto e video si trovano online sul sito ufficiale della sagra www.sagrateluranu.eu e sulla pagina Facebook (Sagra te lu Ranu – PaginaUfficiale), Twitter (@SagraTeLuRanu) e Instagram (@sagrateluranu) che quest’anno racconterà ogni momento dell’evento per tutte e tre le sere con l’hashtag #SagraTeLuRanu2016.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • ma le rape a luglio de so si sciuti li pigghiati?

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Come diventare wedding planner: open day gratuito

    • Gratis
    • 9 febbraio 2020
    • TORRE DEL PARCO
  • Arte fuori dal Comune

    • dal 16 novembre 2019 al 16 febbraio 2020
    • Must- Museo storico Città di Lecce
  • Presepe artistico a Martano

    • Gratis
    • dal 21 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • ex Pastificio Marati
  • Laboratorio di teatroterapia a Maglie

    • dal 29 ottobre 2019 al 26 maggio 2020
    • Corte De'MIracoli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento