Pizzica pizzica e danze popolari del Sud Italia

  • Dove
    Salentango
    Via Alfonso Sozy Carafa
  • Quando
    Dal 06/02/2017 al 29/05/2017
    ogni lunedì - doppio turno alle 19.30 e alle 20.30
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Prosegue a Lecce  l'articolata programmazione del progetto Dama - Danze e musiche dal Salento a cura dell’associazioneTarantarteDal 6 Febbraio al 29 maggio (ogni lunedì - doppio turno alle 19.30 e alle 20.30 - info e iscrizione obbligatoriainfo@damasalento.it - 3492561471) nella sede dell'Associazione Salentango (Scuola Stabile di Tango Argentino con la direzione artistica e didattica di Sondra Pranzo) in via Alfonso Sozy Carafa a Lecce torna il corso di Pizzica Pizzica e danze popolari del sud Italia a cura di Laura De Ronzo. Durante il corso, ci saranno lezioni con Maristella Martella, coreografa e direttrice della Scuola Tarantarte, e Manuela Rorro, danzatrice e attrice. 

Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliano avvicinarsi al mondo delle danze del sud Italia, pur non avendo precedenti studi musicali o di danza. Si approfondirà la conoscenza dei balli trattati, la loro storia, origini e differenze. Il corso verterà prevalentemente sullo studio della pizzica pizzica e accenni alle altre tarantelle del sud Italia: carpinese (Gargano), sonu a ballu (tarantella calabrese), ballo sul tamburo (tammurriate campane) e altri balli allacciati. Il metodo di studio, elaborato da diversi anni dalla scuola Tarantarte, prevede un iniziale esercizio di ascolto del proprio corpo e di scoperta delle possibilità di movimento di ciascuno, per poi mettere in relazione il proprio movimento con l’altro e con il gruppo. L’obiettivo è di condurre gli allievi a riscoprire e valorizzare forme di ballo tradizionale e farne proprie le figure, la storia e la gestualità, rintracciandone il significato originario di condivisione e di festa. La pizzica pizzica è una musica, un ballo, una tradizione. Un tempo si ballava in occasioni familiari o nelle feste della comunità, in coppia tra persone dello stesso sesso o tra uomo e donna. A differenza di quanto si pensa dunque, la pizzica non è solo un ballo di corteggiamento. Poteva infatti assumere diverse valenze, di divertimento, di scherno, di sfida (tra uomini sopratutto). La musica della pizzica pizzica veniva utilizzata anche nel rito etnocoreutico del tarantismo, e la storia del morso mitico della taranta continua ad affascinare ancora oggi studiosi e danzatori. La pizzica pizzica, fatta di piccoli passi scanditi dal ritmo terzinato del tamburello, è un ballo ricco di figure e simbolismi, legati al mondo contadino di un tempo e al mondo mediterraneo da cui attinge la stessa radice. L'obiettivo del corso è quello di condurre gli allievi a riscoprire e valorizzare forme di ballo tradizionale sopravvissute fino a noi e farne proprie le figure, la storia e la gestualità.

Dama - Danze e musiche del Salento è un progetto dell’associazione Tarantarte, in collaborazione con Coolclub, con il sostegno del Comune di Lecce e con il patrocinio di Istituto Diego Carpitella e Puglia Sounds, finanziato nell’ambito del Piano Azione Coesione “Giovani no profit” dal Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per la realizzazione di un archivio multimediale e di un laboratorio permanente sulle musiche e sulle danze popolari salentine che saranno ospitati in alcune sale del Castello Carlo V di Lecce. L'obiettivo del progetto coordinato da Antonio Santoro sarà, dunque, la valorizzazione di una parte del piano terra del Castello per la gestione di servizi con finalità educative, didattiche, sociali e di attrazione turistica. Sono previste quattro linee di azione: la costituzione di un archivio multimediale della musica salentina, diretto da Vincenzo Santoro, con un'attenzione particolare al vasto movimento di folk-revival che ha caratterizzato il territorio pugliese negli ultimi anni; la realizzazione di un vasto programma di attività seminariali e di fruizione pubblica dei contenuti; la realizzazione di una scuola di danza, diretta da Maristella Martella, con seminari, corsi e master-class sulla danza dalle sue forme coreutiche tradizionali salentine fino alle più recenti esperienze di rielaborazione in chiave contemporanea; lo sviluppo di percorsi formativi sull'imprenditorialità giovanile in ambito culturale e sociale.


La compagnia Tarantarte nasce nel 2009 a Bologna dall’incontro di danzatrici di diversa formazione. È diretta da Maristella Martella che con la sua danza teatrale incrocia passato e presente, classico e contemporaneo, elementi popolari del sud Italia con elementi del mondo mediterraneo, propone una ricerca teatrale ed espressiva sul Tarantismo salentino e la magia misteriosa della trance. La compagnia negli anni ha realizzato le proprie performance in luoghi non convenzionali, antichi e a volte abbandonati, come vecchie masserie, ajare, chiostri, anfiteatri, teatri greci e romani, siti archeologici, attivando un’interazione tra luogo, performance e pubblico.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...



Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Potrebbe Interessarti

    • "Caravaggio e i caravaggeschi nell’Italia meridionale": la mostra a Otranto

      • dal 11 giugno al 24 settembre 2017
      • Castello Aragonese
    • "Santa Domenica" a Scorrano: il grande ritorno delle luminarie

      • Gratis
      • dal 5 luglio al 9 giugno 2017
    • Sagra di San Giovanni a Giuggianello

      • fino a domani
      • dal 24 al 26 giugno 2017

    I più visti

    • "Caravaggio e i caravaggeschi nell’Italia meridionale": la mostra a Otranto

      • dal 11 giugno al 24 settembre 2017
      • Castello Aragonese
    • "Santa Domenica" a Scorrano: il grande ritorno delle luminarie

      • Gratis
      • dal 5 luglio al 9 giugno 2017
    • Sagra di San Giovanni a Giuggianello

      • fino a domani
      • dal 24 al 26 giugno 2017
    • Nel giardino c'è posto per ogni fiore

      • dal 6 febbraio al 6 dicembre 2017
      • Laboratorio Urbano
    Torna su
    LeccePrima è in caricamento