Misericordia, dove il teatro si confonde con la musica

"Misericordia" è il titolo dello spettacolo che andrà in scena alle 22, presso la sala teatrale di Asfalto Teatro, negli ex spazi Knos (zona salesiani), via Vecchia Frigole a Lecce

misericordia
"Misericordia" è il titolo dello spettacolo che andrà in scena questa sera alle 22, presso la sala teatrale di Asfalto Teatro, negli ex spazi Knos (zona salesiani), via Vecchia Frigole a Lecce.

"Misericordia", di Andrea Cariglia, Simone Giorgino, Piero Rapanà è liberamente ispirato dalla "Recherche" di Marcel Proust, ed è "un grande quadro evocativo di lontananze e aspirazioni". Ha l'andatura di una visione, un grande trompe l'oleil, un illusionismo, dove il teatro si confonde con la musica che diviene il principale artificio narrativo. Le musiche di Henryk Górecki costruiscono il recinto in cui l'azione viene accolta, il loro crescere minimale e sinfonico accoglie i "travagli" di un autore di teatro.

Egli cerca di comporre la sua opera, ma dopo un inizio brillante trova difficoltà ad andare avanti. Più di tutto lo preme il dubbio che in quello che fa ci sia sempre la presenza di forme che non gli appartengono, di rievocare l'opera d'altri più che l'oggetto del suo desiderio. Reputando possano tornargli utili, distende sulla scena i ricordi del suo passato, ma i ricordi ricercati dalla mente non sono uguali alle impressioni che si sono depositate nell'anima, così che l'opera stenta a trovare la propria forma. Si sviluppa così un primo atto alla ricerca dell'opera che si sta rappresentando.

Ma lentamente il senso perduto emerge, e non solo: ma anche un senso nuovo. L'autore cercando la forma dell'opera ritrova se stesso nell'opera. E la sua vita rappresentata gli si rivela in maniera del tutto differente, con un senso nuovo e misterioso.

Il passo ormai è compiuto, l'incertezza sgominata, è finalmente pronto ad intraprendere quel cammino artistico di cui in un primo momento non intravedeva che un fioco bagliore in lontananza: interpretare le sensazioni come segni di altrettante leggi e idee, facendo uscire dalla penombra il solo vero libro, quello dei caratteri figurati rimasti impressi nel corso della vita, quindi la nostra vera vita, la realtà come l'abbiamo sentita.

Si consiglia la prenotazione: telefono 338 2433222 - 347 1880889

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

Torna su
LeccePrima è in caricamento