Utsanga: modulazioni granulari

Utsanga. Modulazioni granulari di Francesco Aprile, Cristiano Caggiula, Egidio Marullo pittura / poesia visiva / scritture asemantiche 24 aprile - 14 maggio 2017 Palazzo Risolo Specchia, Le Inaugurazione 24 aprile, ore 20:00 La mostra è visitabile nei giorni venerdì, sabato, domenica; ore 17:00-21:00 Aperture straordinarie nei giorni: 25 aprile; 1 maggio; 13-14 maggio; ore: 11:00-13:00 / 17:00-21:00 "Utsanga. Modulazioni granulari" è una mostra di Francesco Aprile, Cristiano Caggiula, Egidio Marullo e raccoglie opere che spaziano dalla pittura alla poesia visiva, dalle scritture asemantiche alle varie declinazioni del "segno" sia di estrazione poetica, sia pittorica, con particolare accento sull'ibridazione, compromissione e complicazione dei linguaggi contemporanei. Matrice del lavoro dei tre autori è la ricerca di un linguaggio di derivazione mediterranea.

La mostra, patrocinata dal comune di Specchia (Le), è ideata e prodotta dalla rivista di critica e linguaggi sperimentali www.utsanga.it, con la collaborazione di nuovaletteratura.wordpress.com e Associazione culturale Amo per Amo. La mostra, che sarà inaugurata il 24 aprile a Specchia presso Palazzo Risolo alle ore 20:00 e si protrarrà fino al 14 maggio, è presentata in catalogo da Giancarlo Pavanello. Durante l'inaugurazione spazio ad "Aspro", miniconcerto di Ninfa Giannuzzi, Valerio Daniele e Giorgio Distante. Altre performance avranno luogo all'interno della mostra nei giorni a seguire e saranno comunicate a breve. ***

La Municipalità di Specchia dimostra, ormai da tempo, un'attenzione particolare verso il mondo dell'Arte, non solo locale, ed i suoi protagonisti, rendendosi puntualmente fautrice di momenti di alta condivisione culturale. In questo solco, tracciato negli anni dalle politiche culturali di Specchia, si inserisce il patrocinio che la Municipalità ha concesso alla mostra "Utsanga. Modulazioni granulari" ideata e proposta dalla rivista www.utsanga.it, la quale nasce nel 2014 come trimestrale di critica e linguaggi sperimentali proponendo nel corso del tempo una serie di approfondimenti riguardanti i versanti delle ricerche contemporanee in campo artistico-letterario, indirizzate soprattutto a quelle proposte in cui crollano le barriere fra i diversi linguaggi e l'ibridazione si fa linguaggio comune. Da questo punto di vista, e attorno agli studi confluiti sulla rivista www.utsanga.it, il dialogo espositivo, che la mostra "Utsanga. Modulazioni granulari" propone, riguarda un discorso a tre voci per tre differenti poetiche. Da una parte i percorsi artistici di Francesco Aprile ed Egidio Marullo, seppur differenti, partono da una radice comune.

Luogo comune dell'approccio è l'idea di un linguaggio del Mediterraneo. I due autori infatti svolgendo insieme ricerche sull'opera del pittore Edoardo De Candia si sono imbattuti in un discorso artistico che nel corso dei secoli ha interessato, in modi e dinamiche differenti, tutta l'area del Mediterraneo. A partire da ciò hanno entrambi avviato un personale percorso artistico volto ad interpretare l'attuale scenario meridiano. Il percorso di Marullo ha portato ad una serie di opere pittoriche intitolate Canti alla macchia, opere realizzate con segni veloci e materici in cui pittura e scrittura si fondono in elementi comuni. La ricerca di April