Premio internazionale di poesia e prosa "Città del Galateo"

ll 26 settembre 2015, presso il Frantoio semi-ipogeo del Palazzo Marchesale di Galatone, si è celebrata una serata di altissimo livello culturale con la terza edizione del Premio Internazionale di Poesia e Prosa "Città del Galateo".

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

ll 26 settembre 2015, presso il Frantoio semi-ipogeo del Palazzo Marchesale di Galatone, si è celebrata una serata di altissimo livello culturale con la terza edizione del Premio Internazionale di Poesia e Prosa "Città del Galateo". La caratura internazionale degli ospiti che hanno ricevuto i premi speciali e l'alto valore letterario e poetico dei saggi, dei racconti e delle poesie che sono state premiate, alcune delle quali declamate magistralmente dai bravissimi Simone Muia, Matteo Grazioso e Laura Spano, hanno ormai posizionato il Premio "Città del Galateo" tra i più prestigiosi a livello internazionale.

Al Dott. DRAGO KRALJEVIĆ, ex Ambasciatore della Croazia a Roma e scrittore, è stato conferito il "PREMIO ALLA CARRIERA". Drago Kraljevic è nato a Buie in Croazia, si è laureato presso l'Accademia di Pola in Chimica e Biologia e poi presso l'Università di Lubiana ha ottenuto il master in sociologia. Ha ricoperto numerosi incarichi, tra i quali, per citarne alcuni, quelli di Segretario della Giunta del Comune di Buie, Vice delegato dell'Ambasciata della Democrazia locale del Consiglio d'Europa per l'Istria, Deputato nel Parlamento Croato, membro del Gruppo di esperti per i confini della Croazia membro del Gruppo di esperti per i confini della Croazia Membro del Gruppo di Esperti per i confini della Croazia, membro della Commissione mista croato-italiana-slovena per l'attuazione dell'accordo di UdineAmbasciatore Croato in Italia, a Cipro, Malta e San Marino, rappresentante permanente della Repubblica di Croazia presso la FAO (ONU), Presidente della Commissione per le relazioni internazionali del Partito Socialdemocratico Croato. Ha ricevuto diversi premi e riconoscimenti come la "Medaglia per i meriti nella Guerra Patriottica" della Repubblica di Croazia; Ordine della Stella della Solidarietà Italiana, Grande Ufficiale della Repubblica Italiana; Cavaliere Grand'Ufficiale dell'Ordine di S. Agata della Repubblica di San Marino. Ha pubblicato 4 libri e più di 500 articoli in riviste nazionali e internazionali sui rapporti croato-italiani e croato-sloveni e sul riavvicinamento della Croazia verso l'Unione Europea. Momenti di vera emozione sono stati toccati nell'ascoltare prima l'inno nazionale della Croazia e poi quello Italiano prima della premiazione. DRAGO KRALJEVIĆ è stato premiato dal Presidente della Provincia Dott. Antonio Gabellone. La sua presenza a Galatone pone le basi per progetti futuri di collaborazione con la Croazia.

Un altro Premio Speciale, alla CARRIERA CINAMATOGRAFICA, è stato quello conferito al Regista EDOARDO WINSPEARE. Prima della premiazione è stato proiettato un video contenente clips tratti dai suoi film "Pizzicata", "Sangue Vivo", "Il Miracolo", "Galantuomini", "Sotto il Celio Azzurro" e "In Grazia di Dio", abilmente montato, a parere dello stesso Edoardo Winspeare, da Giancarlo Danieli di Mariano Comunicazione. E' superfluo parlare di questi film conosciuti da tutti e per i quali Edoardo Winspeare ha ottenuto numerosi e importanti riconoscimenti internazionali. Il particolare l'ultimo, "In Grazia di Dio", ha ricevuto 4 candidature ai Nastri d'Argento, 5 ai Globi d'Oro della stampa estera e una ventina di premi, tra cui un Globo d'Oro e il Premio Suso Cecchi D'Amico per la migliore sceneggiatura. Non è superfluo, invece, aggiungere che il film è stato già distribuito in undici paesi stranieri. Meritatissimo il riconoscimento a Edoardo Winspeare che con i suoi film ha contribuito notevolmente a diffondere la Cultura Salentina e l'immagine del Salento nel mondo. Edoardo Winspeare, premiato dal Prof. Cav. HAFEZ HAIDAR, si è detto molto onorato del riconoscimento ricevuto nella patria del Galateo ed ha anticipato che nel suo prossimo film ci saranno riferimenti espliciti a Galatone e ad Antonio De Ferrariis.

Altro Premio Speciale è stato conferito alla scrittrice MARTA LOCK per la CULTURA. Il suo romanzo d'esordio è stato "Notte Tunisina". Ha creato poi una rubrica settimanale "L'attimo fuggente" che l'ha fatta conoscere ai suoi lettori e nel 2012 ha pubblicato il suo secondo libro "Quell'anno a Cuba". Il suo terzo romanzo "Ritrovarsi a Parigi" è stato pubblicato nel 2013 ed ha riscosso ampio successo in vari Premi nazionali di letteratura. La scrittrice è impegnata anche contro la violenza sulle donne e in virtù di questo ha ricevuto nel 2014 una targa di riconoscimento dall'Associazione Poliziotti Italiani. Il suo quarto romanzo è stato ""Miami Diaries" con il quale ha vinto due importanti concorsi letterari. Il 20 marzo del 2015 è uscito il suo nuovo libro, "Pensieri per l'arte", dove 150 opere di altrettanti pittori contemporanei sono associate ai suoi aforismi. Marta Lock è stata premiata dal Prof. Hafez Haidar.

L'altro Premio alla CULTURA è stato conferito al poeta DOMENICO NOVEMBRE. Conseguita la Laurea in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Bari ha insegnato in vari Istituti fino alla pensione, quando ha cominciato a scrivere poesie e a partecipare a premi e concorsi letterari conseguendo buoni riconoscimenti. Ha vinto il Premio organizzato dal Centro Culturale Europeo Aldo Moro di Lecce e dall'AEDE, associazione europea degli insegnanti. Le sue pubblicazioni poetiche sono state numerose, tra le quali si ricordano "Frammenti di una vita" nel 2002 e "La Puglia nel cuore" nel 2010. Il Premio gli è stato consegnato dal Console Onorario della Croazia, Dott.ssa Rosa Alò.

Al DOTT. SEBASTIANO RESTA, medico di Galatone è stato conferito il "PREMIO ALLA CARRIERA, PROFESSIONALITA' E IMPEGNO UMANITARIO". Laureato alla Facoltà di Medicina e Chirurgia presso L'Università degli Studi di Parma, ha conseguito, poi, l'Abilitazione all'esercizio della professione di Medico-Chirurgo e il Diploma di Specialista in Medicina Interna presso la stessa Università. Dopo il Servizio Militare in qualità di Sottotenente Medico, la sua carriera è stata veloce e in continua ascesa, tanto che si è imposto in poco tempo come uno dei più apprezzati medici nel campo della medicina interna e in cardiologia fino a diventare Dirigente Medico presso la Divisione di Medicina Interna del Presidio Ospedaliero n. 2 Stabilimento di Nardò.

Il Dott. Sebastiano Resta è stato anche il medico dalla grande umanità: assisteva i suoi pazienti senza limite di orario e di tempo, anche di notte, e per le visite specialistiche private non si faceva pagare dalle persone bisognose, tanto da essere chiamato "Il medico dei poveri". Varie sono state le sue pubblicazioni in campo medico e scientifico e i suoi interessi in Latino e Greco, Letteratura Italiana e Straniera, Storia, Geografia, Sport, Elettronica ed Informatica, Cultura Cinematografica, Musica e Fotografia.

Il 25 maggio del 2010, purtroppo, la sua vita e la sua carriera furono interrotte improvvisamente dal fato mentre era in servizio nel reparto di Medicina Interna del Presidio Ospedaliero di Nardò. La sua altissima professionalità e competenza si manifestarono anche in quella circostanza, tanto che si fece l'autodiagnosi del male che lo stava colpendo. Il Premio, consegnatole dal Vice Sindaco Claudio Botrugno, è stato ritirato dalla moglie Prof.ssa Mariantonietta Grasso, la quale ha ringraziato l'Associazione VerbumlandiArt e l'Amministrazione Comunale.

Al Prof. CARLO ALBERTO AUGIERI, Prof. Ordinario di Critica Letteraria ed Ermeneutica del Testo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi del Salento, è stato conferito invece il PREMIO ALLA CARRIERA. Si occupa prevalentemente di teoria e critica letteraria, semiologia, retorica e filosofia del linguaggio. E' direttore della rivista "Symbolon"; fa parte del Comitato direttivo della rivista "Ermeneutica letteraria"; opera come vicedirettore presso il Centro Interuniversitario di Studi su "Simbolo-conoscenza-società"; è co-fondatore con il Prof. Michele Rak dell'Osservatorio permanente europeo della lettura (Università di Siena); è Presidente dell'"Osservatorio permanente europeo della lettura" e Direttore scientifico della Casa Editrice Universitaria "Milella" (Lecce). Ha pubblicato, tra l'altro, "Sono, dunque narro" , "Sul senso inquietante. La letteratura e le strategie del significare simbolico", "Sul senso affabulante. Pasolini, la letteratura e la ri-simbolizzazione 'orizzontale' della storia", "La letteratura e le forme dell'oltrepassamento", "L'animismo del linguaggio. Immagini Gesti Segni in Letteratura", "Leggere Raccontare Comprendersi. Narrazione come ermeneutica"; "Sul tempo scrivano. Narrazione e indugio del senso"; "Evocazione e parola enunciativa. Per una stilistica ermeneutica del testo letterario". Tra i libri di poesia ricordiamo: "Skarnificazione", "Folstizio", "Segni sui disegni del caso", "Storio-fonie", "Dissomiglianze, un ritorno", "Man mano per rammendi". Da quanto suddetto si evince facilmente l'immensa cultura letteraria del Prof. Carlo Alberto Augieri, il quale, anche durante la premiazione ha improvvisato una Lectio Magistralis sul significato di cultura, che ha incantato il pubblico presente. Il Premio gli è stato consegnato dall'Assessore alla Cultura Sondra Dall'Oco. Anche la presenza del Prof. Carlo Alberto Augieri è foriera di progetti da attuare in collaborazione con l'Università del Salento.

Gli intermezzi musicali sono stati del M.o Fisarmonicista Nicola Mauro accompagnato dalla voce del coro S. Martino di Taviano Annamaria Manni e dal Cantautore Galatonese LUIGI MARIANO, al quale è stato consegnato dalla poetessa serba, scrittrice, giornalista e diplomatica Slavica Pejovic, al termine delle sue esibizioni e a sua insaputa, il PREMIO AL TALENTO MUSICALE. Luigi Mariano è rimasto favorevolmente sorpreso, ha ringraziato l'Associazione e si è detto contento di constatare che la sua Galatone è ricca di Associazioni che promuovono la cultura a tutti i livelli.

Hanno presentato Maria Teresa Infante e Massimo Massa, i quali, insieme alla Presidente Regina Resta e a tutti i componenti del Consiglio Direttivo, hanno dato appuntamento al prossimo anno.

D. S. Prof. Luigi De Giorgi

Torna su
LeccePrima è in caricamento