I soldi non ci sono, ma il Natale è alle porte: via al Presepe di comunità

L’iniziativa a Squinzano, dove i cittadini realizzeranno la rappresentazione della Natività il 26, 29 dicembre e 6 gennaio. Il Comune rimborserà le spese dei materiali

La prima pietra della capanna del presepe.

SQUINZANO – I soldi degli enti locali scarseggiano, l’amministrazione e i cittadini aggirano il problema: ci mettono di proprio per realizzare il presepe di comunità. Accade a Squinzano, dove il 26 e 29 dicembre e il 6 gennaio, si svolger la raffigurazione della Natalità con il coinvolgimento degli abitanti. Dall’annuncio dell'amministrazione, con la quale il municipio ha comunicato le proprie difficoltà, ha avuto inizio una bella storia, fatta di persone pronte a rimboccarsi le maniche, ciascuno in base alle proprie disponibilità e conoscenze. Il risultato è presto detto: si è proceduto in queste ultime ore alla posa della prima pietra della capanna.

Un rituale che ha sancito ufficialmente l'avvio di un progetto pioniere. Un gruppo di amministratori coordina le attività, il Comune (sotto la guida del sindaco Gianni Marra) garantisce il rimborso spese delle materie prime. Tutto il resto si riassume in un unico grande principio: spirito di appartenenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le maestranze locali si occuperanno dell'allestimento dell'intera piazza, a partire dalla costruzione della capanna che accoglierà la Natività. Tutt'intorno cittadini, imprenditori  e associazioni "adotteranno" i locali che circondano la piazza: si occuperanno dell'allestimento delle scene, ricreando la giusta atmosfera. C'è poi chi ha scelto di rivestire un ruolo all'interno del presepe: per le comparse un'equipe di lavoro va "a caccia" di abiti e accessori perché tutto sia perfetto. Ci si confronta durante le riunioni settimanali, nell'aula consiliare del Comune. Il presepe, che da 11 anni il Comune organizza, in questa  dodicesima edizione avrà dunque una marcia in più: quella che ciascun cittadino sta contribuendo  a dare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento