Tutto pronto per la quinta edizione del presepe nel Frantoio ipogeo

L'Officina dei giovani di Minervino ripropone l'ormai tradizionale appuntamento con la rappresentazione natalizia del presepe vivente: diverse novità in allestimento, ma la location è sempre quella suggestiva del frantoio

MINERVINO DI LECCE - Un’iniziativa, giunta alla sua quinta edizione: si tratta del presepe vivente di Minervino di Lecce, che si svolge all’interno e nei dintorni del più antico e vasto frantoio ipogeo del Salento. La sua  storia ha inizio negli anni ’90, quando un gruppo di giovani locali ebbe la lungimirante intuizione che il frantoio fosse un luogo magico e perfetto, per una commovente e singolare rappresentazione del presepe vivente.

Dopo un periodo di pausa, nel 2007 un nuovo gruppo di giovani pensò di riprendere, con lo stesso spirito, la tradizione che tanto li aveva affascinati da bambini, facendo vivere al presepe una realtà singolare, ma sempre viva e fervida di nuove idee. La manifestazione, realizzata dall’associazione culturale Ogm – Officina giovani Minervino, con il patrocinio del Comune, e soprattutto grazie alle famiglie del luogo, richiama l’attenzione di numerosi visitatori, stimati lo scorso anno in circa 15mila, che arrivano da varie zone della Puglia.

Peculiarità di questo evento è innanzitutto l’ambiente suggestivo. Quest’anno, come novità, la visita sarà accompagnata da un misto di musica e parlato, così da creare un percorso interamente avvolto da note armoniose. Il visitatore, raggiungendo cunicoli e nuovi scorci del frantoio, finora mai esplorati, potrà assistere alle varie scene recitate. Il viaggio si snoda tra i principali quadri della tradizione presepiale, ma non comincia dalla Natività di Gesù:  a dare il benvenuto sono Adamo ed Eva che ospitano nel Giardino dell’Eden.scena 4-2

La voce di Abramo farà sussultare dinanzi al sacrificio di Isacco e ci si potrà immedesimare nella fuga dall’Egitto insieme a Mosè: un modo per “passeggiare” nella storia percorrendo migliaia di anni, tra la via dei mestieri, le danzatrici del ventre, il mercato arabo con spezie, stoffe, oggetti in ferro e rame. Si avvicina la notte mistica e insieme ai pastori, gli ospiti del presepe parteciperanno all’annuncio dell’angelo. Lo stupore raggiungerà l’apice quando in punta di piedi, si arriverà davanti alla capanna della Nativitàscena-2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo aver attraversato sottoterra il manto stradale, i visitatori si ritroveranno dal lato opposto dell’entrata per continuare il viaggio all’esterno: tra accampamenti dei Romani, si potrà banchettare con castagne, pittule e vino, contribuendo così alle numerose iniziative di beneficenza promosse dall’associazione, come ad esempio i progetti di Cuore Amico. I giorni di apertura saranno il 25 e 26 dicembre e 1 e 6 gennaio 2012 dalle ore 17 alle 21. Il 6 gennaio, il visitatore potrà assistere e partecipare al tradizionale arrivo dei Re Magi. Per info 328 2851513 – 345 7174777. E-mail: ogm2007@libero.it Contatto facebook: OfficinaGiovani Minervino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • In moto a folle velocità sfugge a tre volanti. “Ero andato a Otranto per un caffè”

Torna su
LeccePrima è in caricamento