Speciale Natale a Matino: la cittadina si candida a diventare “Autism friendly”

“Vivi la città”, nel comune del basso Salento, cercherà di favorire la fruizione degli spazi alle persone affette dal disturbo dello spettro autistico

Una delle iniziative a Matino.

MATINO – A Matino il Natale sarà speciale: nasce il progetto “Vivi la città”, per favorire la fruizione e l’accoglienza delle persone affette dal disturbo dallo spettro autistico. Si tratta di una iniziativa promossa dal centro  “Amici di Nico onlus” che mira a creare una rete di collaborazione sul territorio con associazioni, esercizi commerciali, enti pubblici e privati, semplici cittadini e volontari che desiderano adottare modalità e misure atte a favorire la fruizione e l’accoglienza dei cittadini con disturbo autistico.

Attraverso un percorso formativo ed eventualmente l’adeguamento le misure di adeguamento degli ambienti da loro frequentati (negozi, ristoranti, parrocchie, ecc) si cercherà di eliminare le barriere psicologiche e costruire ponti di solidarietà e di inclusione vera. Matino potrà essere così identificata, così come già sperimentato in altri Paesi europei e alcune città italiane, come città “Autism Friendly”: un logo da esporre all’ ingresso della città o nelle vetrine dei negozi e di altri servizi commerciali aderenti al progetto.

L’evento è organizzato in collaborazione con “Lab Concept” ente gestore del Palazzo Marchesale, l’Istituto comprensivo di Matino, l’associazione Pro Loco Sant’ Ermete, l’Associazione Novass, l’associazione “Amici del Presepe”, il circolo musicale “Vincenzo Papadia”, l’Associazione “Matinum Natura e Cultura” e inoltre vedrà la partecipazione attiva dei ragazzi e dei loro educatori, in “costume” insieme ai “figuranti” del presepe vivente previsto, come ogni anno, dalla comunità matinese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento