San Martino, le lune e il vino: in piazza si brinda alla nuova vendemmia

Tre giorni in piazza Salandra per festeggiare con i vini Doc Nardò e i prodotti gastronomici tipici della festività di San Martino. Ci sarà anche il telescopio del gruppo astrofili

NARDO’ - Il programma di promozione territoriale e turistica “È autunno, scopri Nardò” stilato dall’amministrazione comunale con visite guidate, tour sul territorio, eventi e iniziative culturali e di spettacolo durante il periodo autunnale, chiude con il botto. Da oggi e sino a domenica infatti, arriva in piazza Salandra la rassegna enogastronomica “San Martino, le lune e il vino”, manifestazione della tradizione popolare legata alla nuova vendemmia. Una festa tipica salentina ideata dall’associazione culturale Nereidi e patrocinata dal Comune di Nardò.

Il nome dell’evento è un riferimento all’influenza delle fasi lunari (credenza o verità, ma comunque tradizione antichissima) sulle attività agricole e in particolare sulla vite. Ecco che il legame tra luna e vino diventa occasione per riflettere sul modo in cui le fasi lunari possono influenzare la vendemmia. Imbottigliare nelle fasi di luna crescente consente di ottenere ottimi vini frizzanti, mentre la luna calante è perfetta per i vini a lungo invecchiamento, infine la luna piena è il momento giusto per qualsiasi tipologia di vino.

Sarà piazza Salandra ad ospitare la manifestazione e per l’occasione i suoi palazzi e i suoi monumenti più significativi saranno esaltati da un’illuminazione artistica oltre che da lune installate in alcuni punti. “San Martino, le lune e il vino” è un appuntamento finalizzato soprattutto a valorizzare e promuovere una delle otto Doc del Salento: la Doc Nardò. Per sottolineare l’identità del territorio, protagoniste delle tre serate saranno infatti le cantine Schola Sarmenti, Tenute Gabellone, Cantina Sociale di Nardò, Cantina Giuri, Vini Falconieri e Vini Bonsegna.

A guidare tutti nella scelta dei vini ci saranno i sommelier dell’Associazione italiana sommelier pronti ad offrire un viaggio multisensoriale tra le eccellenze vitivinicole. E accanto ai vini le tipicità gastronomiche legate alla festa di San Martino come pettole, caldarroste, carne alla brace. Durante le tre serate sarà possibile ammirare il cielo (ci sarà una luna quasi piena) direttamente con un telescopio e un puntatore laser offerti dal Gruppo Astrofili del Salento. Non mancherà la musica dal vivo ad accompagnare il cibo. Appuntamento quindi in piazza stasera, domani e domenica per brindare insieme alla nuova vendemmia.

E lunedì bontà in Piazzetta delle Erbe

Appuntamento lunedì con i sapori tipici e la buona musica per San Martino in piazzetta delle Erbe. L’amministrazione comunale ha organizzato infatti “San Martino in festa”, l’occasione per ritrovarsi tutti in uno degli angoli più belli del centro storico e celebrare la notte più gustosa dell’autunno. A partire dalle 20, le prelibatezze di “Gusto&Sapore” di Pinuccio consentiranno di entrare nella dimensione enogastronomica tipica di San Martino: quella del gusto irraggiungibile della salsiccia, del sapore familiare delle pettole e, ovviamente, dell’immancabile bontà del vino neretino. La peculiarità della serata sarà quella di poter consumare tutto gratuitamente, naturalmente sino ad esaurimento scorte. Non mancherà la musica, con i canti della terra d’Arneo delle sorelle Gaballo e le sonorità pop e rock del gruppo “La differenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Rapinatori irrompono in casa, un figlio reagisce: martellata sulla testa

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Furto di energia, truffa e fuoco agli scarti di potatura: arresto e 14 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento