Solidarietà nazionale

aglio del nastro presso un supermercato di Racale e nei prossimi giorni farà tappa in altri comuni salentini

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Ha preso oggi il via l'iniziativa promossa dall'associazione no profit "Solidarietà Nazionale". Taglio del nastro presso un supermercato di Racale e nei prossimi giorni farà tappa in altri comuni salentini.
"Solidarietà Nazionale" è un'associazione impegnata nella raccolta e distribuzione di generi alimentari e beni di prima necessità da destinare a famiglie italiane in difficoltà.
L'associazione è nata da persone comuni, giovani innanzitutto, che hanno scelto la strada della solidarietà per contrastare il malcostume e la povertà. Dal 2008 la crisi economica si è abbattuta sull'Italia; migliaia di persone sono rimaste senza lavoro e vivono in stato di estrema necessità.
Ritenendo quello attuale un momento di grave crisi economica Solidarietà Nazionale si è da subito impegnata nell'aiutare coloro che paradossalmente vengono lasciati soli.
La solidarietà è un sentimento, un comportamento che ha radici sociali profonde, che esprime un senso di appartenenza e di identità comune. La solidarietà smuove una serie di emozioni. Molte persone scoprono la solidarietà solo dopo che hanno vissuto o stanno vivendo un profondo dolore, riscoprendo in questo modo il motivo della loro stessa esistenza che li induce a guardare il mondo e gli altri con occhi diversi. La solidarietà nazionale si è dimostrata, storicamente, utilissima nei momenti di grande emergenza: si pensi all'alluvione del Polesine o a quella di Firenze, dove migliaia di giovani accorsero da tutta Italia per salvare vite umane, monumenti, libri e opere d'arte.
La solidarietà nazionale è un grande rimedio contro le carenze sistematiche dei poteri pubblici e compensa, quindi, le lacune dello Stato. Là dove lo Stato non interviene, si pensi alla pubblica assistenza, la solidarietà è la grande Forza che compensa l'assenza dell'intervento statale. La solidarietà è attiva condivisione di un bene, non solo della sofferenza: condividendo il bisogno, si condivide anche il destino.
Nessun uomo è un isola e poiché la solidarietà non è solo materiale, possibile solo agli abbienti verso i più diseredati, la sua pratica esiste proprio nei piccoli gesti di generosità che tutti posso compiere.
Al cuore non serve il redditometro.

Torna su
LeccePrima è in caricamento