Torna "Open dance": la rassegna di Koreja dedicata alla danza contemporanea

  • Dove
    Cantieri Teatrali Koreja
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 24/11/2018 al 24/11/2018
    20:45
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Sabato 24 novembre ore 20.45 torna Open Dance, il cantiere della nuova danza con un doppio appuntamento. Da quest’anno, la storica rassegna di Koreja interamente dedicata alla danza contemporanea, sarà un unicum col progetto Strade Maestre.

 

Si parte nel foyer con Interno5/Angelo Petracca e la sua versione di ANTIGONE, la coraggiosa eroina mitologica della libertà di coscienza. Il suo gesto coraggioso e le nobili motivazioni che lo ispirano, l’hanno resa un simbolo dell'emancipazione femminile e della libertà di coscienza contro ogni sopraffazione esterna. 

E sospeso in uno spazio limbico tra l'infinito dell'immaginazione ed i muri delle leggi non scritte, come Antigone nella caverna, è il corpo sulla scena di ANTIGONE (DREAM ON):

 

[…] Se conformarsi a regole e forme – scrive Angelo Petracca - alimenta il senso di solitudine, occorre seguire le proprie idee a costo di rischiare un tragico e irrimediabile epilogo? Antigone è un corpo politico, fragile nella sua umanità che ci invita alla resa, ad allentare la presa, a comprendere i contrasti […]

 

 

A seguire, in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese, la compagnia MK sarà in scena con BERMUDAS. Lo spettacolo, con la coreografia di Michele Di Stefano vincitore, nel 2014 del Leone d’argento per l’innovazione nella danza alla Biennale di Venezia e nel 2018 del premio Nico Garrone, è un sistema coreografico pensato per un numero variabile di interpreti (da tre a tredici), intercambiabili tra loro. E' un organismo di movimento basato su regole semplici e rigorose, che producono un moto perpetuo, adottabile da ogni performer come una condizione per esistere accanto agli altri e costruire un mondo ritmicamente condiviso. Il lavoro è ispirato dalle teorie del caos, dalla generazione di insiemi complessi a partire da condizioni elementari, dai sistemi evolutivi della fisica e della meteorologia. Il risultato finale è un luogo carico di tensione relazionale, un campo energetico molto intenso (da qui il nome Bermudas a cui, ironicamente, fa riferimento) aperto a qualunque nuovo ingresso. L'impianto coreografico dipende dalle caratteristiche singolari dei performer: i punti di vista differenti sull'uso dello spazio, la prossemica tra i corpi o il modo in cui viene percepita l'attività di danza in un rituale collettivo, trasformano immediatamente la coreografia in un progetto di incontro e mediazione tra individui anche lontani tra loro per attitudine, organizzazione gestuale ed intensità espressiva.

 

Il gruppo MK si occupa di coreografia e performance dal 1999 e ruota intorno ad un nucleo originario di artisti costantemente in dialogo con altri performer e progettualità trasversali fra Italia, Giappone, Gran Bretagna, Germania, Indonesia, Stati Uniti, Spagna, Portogallo, Francia e Perù.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Laboratori teatrali per il progetto "Stazioni comuni"

    • Gratis
    • dal 19 maggio al 5 luglio 2020
    • Teatro Comunale di Galatone
  • Nuovi incontri web su Gotomeeting per Taotor di Astragali Teatro

    • dal 12 giugno al 17 settembre 2020
    • Astragali Teatro
  • "Impro Factor": lo spettacolo in scena ad Aradeo

    • Gratis
    • dal 4 al 5 luglio 2020
    • Teatro Pino Zimba

I più visti

  • Io mi alleno a casa con Agnese: l'evento su youtube

    • Gratis
    • dal 29 marzo al 31 luglio 2020
    • https://www.youtube.com/channel/UCv6hS1gY1EEtLJCGzoO8zGg
  • “Clown”: la mostra di Franco Baldassarre

    • dal 20 giugno al 30 settembre 2020
    • Castello Aragonese
  • Impazza la moda degli "spupazzi"

    • Gratis
    • dal 9 giugno al 11 agosto 2020
    • Gli Spupazzi
  • Parte il “Maggio dei libri” ad Andrano

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 24 ottobre 2020
    • Biblioteca “Don Giacomo Pantaleo”
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento