"The Nelken line" in omaggio a Pina Bausch

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 30/08/2019 al 31/08/2019
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Dopo una settimana di laboratori coreografici e lezioni intensive di danza, body percussion e musica, venerdì 30 (ore 21 - ingresso libero) con The Nelken line in Piazza Sant'Oronzo e sabato 31 agosto (ore 21:30 - ingresso 8 euro) con lo spettacolo "Dance Evening - Guests" ai Teatini si conclude a Lecce la settima edizione di Uni-Tanz.

Il campus di danza contemporanea, organizzato dall’associazione Koreoproject con la direzione artistica di Giorgia Maddamma e il coordinamento di Sara Bizzoca, per tutta la settimana ha proposto nelle sale del Liceo Coreutico Ciardo Pellegrino laboratori e lezioni con Rodolpho Leoni (docente di Tecnica contemporanea alla Folkwang Universitaet der Kunste di Essen e direttore della Compagnia Folkwang Tanzstudio), Giorgia Maddamma (docente di tecnica contemporanea presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma e già docente presso la Folkwang Universitet der Kunste), Marigia Maggipinto (che dopo una lunga formazione e varie collaborazioni, ha fatto parte della compagnia Tanztheater Wuppertal Pina Bausch dal 1989 al 1999, danzando in ben 14 differenti coreografie), Kenji Takagi (che dopo essersi diplomato alla Folkwang Hochschule di Essen, dal 2001 al 2008 è stato membro del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch dove lavora tutt’oggi come danzatore ospite e direttore di prove con la compagnia) e con il contrabbassista e compositore salentino Marco Bardoscia.
 

Venerdì 30 agosto (ore 21 - ingresso libero) in Piazza Sant'Oronzo i partecipanti al campus riproporranno "The Nelken Line", una delle coreografie più emblematiche nella carriera di Pina Bausch. Quest’anno ricorrono, infatti, i dieci anni dalla scomparsa della coreografa tedesca e in tutto il mondo si sono susseguiti e alternati momenti di ricordo per il suo straordinario e innovativo lavoro. Con pochi gesti distinti, la linea racconta l’alternanza delle quattro stagioni con una lunga fila che danza sulle note del celebre brano “West End Blues” di Louis Armstrong & His Hot Five. «La presenza di Marigia Maggipinto e Kenji Takagi che hanno conosciuto e lavorato a lungo con l'immensa Pina Bausch arricchirà ulteriormente questa esperienza», sottolinea Giorgia Maddamma.

Sabato 31 agosto (ore 21:30 - ingresso 8 euro), infine, il chiostro dell'Ex Convento dei Teatini ospiterà "Dance Evening – Guests", spettacolo conclusivo del percorso dei laboratori coreografici, con i partecipanti al campus diretti dai maestri e con artisti ospiti che parteciperanno alla serata. In scaletta "Impro Duo" (danza Kenji Takagi - musica dal vivo Marco Bardoscia), "Clair de lune" (coreografia e danza Ricky Bonavita - musica Claude Debussy), "Amapola" (coreografia e danza Caterina Genta - musica originale Marco Schiavoni), "Alea" (estratto - coreografia Pogliani/Alunni - costume Tiziana Barbaranelli - interprete Enrico Alunni), "Progetto zero" (coreografia e danza Mariella Rinaldi e Giorgio Mogavero - musica dal vivo Marco Bardoscia), "Dalla testa al cuore" (estratto - coreografia Simone Ficosecco - danza Daniela Manetta, Alessio D'Urso, Gemma Carducci, Rocco Marcelli), "I am (not) looking for love" (coreografia Michele Pogliani - costumi Tiziana Barbaranelli - danza Giovanni Marino).

 

Organizzato da Koreoproject, in collaborazione con Comune di Lecce, Teatro Pubblico Pugliese, Liceo Coreutico Ciardo Pellegrino di Lecce e Folkwang Universität der Kunste di Essen (prestigiosa università tedesca dove hanno insegnato maestri del calibro di Pina Bausch, Jean Cebron, Susanne Linke, Malou Airaudo, Dominique Merci, Lutz Forster e molti altri conosciuti nomi della danza internazionale), Uni-Tanz è un'occasione unica nel panorama italiano per la presenza di artisti di altissimo profilo e di grande esperienza. Nel corso delle prime edizioni Uni-Tanz ha ospitato partecipanti provenienti da Italia, Argentina, Brasile, USA, Germania, Francia, Inghilterra, Svizzera, Austria, Grecia, Spagna, Turchia, Russia e Giappone e Taiwan. Il Campus è stato anche un’occasione per molti allievi di partire verso sedi universitarie europee della danza. Dalla sua prima edizione, infatti, oltre una decina sono stati i partecipanti ammessi a studiare presso la Folkwang Universitet der Kunste di Essen in Germania e l’Accademia Nazionale di Danza di Roma.  «Fin dalla prima edizione il nostro obiettivo non è solo quello di formare danzatori ma esseri umani che danzano», conclude la direttrice artistica Maddamma. «Una frase che riassume il carattere rigoroso e insieme ardito del metodo e delle finalità formative di quella che riteniamo un'esperienza umana per le giovani generazioni. Non a caso, quest'anno, abbiamo deciso di collaborare con il Liceo Coreutico Ciardo Pellegrino per accogliere in una scuola i giovani talenti pugliesi, italiani e stranieri che hanno deciso di partecipare».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Laboratorio teatro e benessere

    • dal 25 settembre 2019 al 20 giugno 2020
    • LILT - Sezione Provinciale di Lecce
  • "Sguardi di periferia": laboratorio di teatro partecipato

    • dal 30 settembre 2019 al 20 giugno 2020
    • Associazione Le Ali di Pandora
  • Laboratori teatrali per il progetto "Stazioni comuni"

    • Gratis
    • dal 19 maggio al 5 luglio 2020
    • Teatro Comunale di Galatone

I più visti

  • Matinée Musicali al Museo Castromediano: concerti e visite guidate

    • dal 12 gennaio al 14 giugno 2020
    • Museo Prov.le Sigismondo Castromediano
  • Al Castello di Gallipoli il congresso internazionale di programmazione neuro linguistica

    • dal 11 maggio al 20 giugno 2020
    • Castello
  • Io mi alleno a casa con Agnese: l'evento su youtube

    • Gratis
    • dal 29 marzo al 31 luglio 2020
    • https://www.youtube.com/channel/UCv6hS1gY1EEtLJCGzoO8zGg
  • Parte il “Maggio dei libri” ad Andrano

    • Gratis
    • dal 25 maggio al 24 ottobre 2020
    • Biblioteca “Don Giacomo Pantaleo”
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento