Ultimo appuntamento con “Osti-nati in cucina” promosso da Slow Food

Il ristorante Lilith della masseria Copertini sulla strada provinciale Strudà/Vanze a Vernole, in provincia di Lecce, ospita l'ultimo appuntamento della rassegna “Osti-nati in cucina” ideata e promossa da Slow Food Lecce. Tre serate con la cucina di tre importanti e apprezzati osti pugliesi. Dopo Maria Lanzillotti (Casale Ferrovia - Carovigno) e Beppe Schino (Perbacco - Bari), giovedì 28 aprile (non più il 29 come annunciato in precedenza) la cucina sarà tutta per Anna Maria Di Gregorio del Falso Pepe di Massafra, attività gestita da dodici anni con il socio Vincenzo. La proposta del Falsopepe sarà abbinata ai prodotti dell'Azienda Vitivinicola Polvanera di Filippo Cassano.

"Anna Maria e Vincenzo trasmettono agli ospiti l'amore per la loro terra e le tradizioni attraverso un'accoglienza impeccabile e un'ottima cucina", si legge nella guida Osterie d'Italia. "Filippo Cassano è il fulcro attorno al quale ruota l'attività dell'azienda che di anno in anno cresce, diventando sempre più un punto di riferimento per l'intero territorio di Gioia del Colle", è il commento su Slow Wine 2016. Il menù prevede Millefoglie di pane, pomodoro e stracciatellaVellutata di piselli novelli con ricotta alla menta, briciole di frisella e Capocollo di Martina Franca croccanteSagna 'ncannullata con pesto di fave fresche e julienne di pecorino; rollata di vitello con asparagi e Caciocavallo podolico del Gargano sei mesi e strudel di verdure primaverili;sbriciolata di semola con crema, fragole e biancomangiare alle mandorle. Inizio ore 20.30. Ingresso 35 euro. Prenotazione obbligatoria al3476758177 - 3939962150 - slowfoodlecce@gmail.com.
 

Slow Food è un'associazione non-profit che conta 100.000 membri in 150 paesi del mondo. Fondata da Carlin Petrini nel 1986, si pone l’obbiettivo di promuovere nel mondo il cibo buono, pulito e giusto. Buono da mangiare, per le sue qualità organolettiche, ma anche per i valori identitari e affettivi che si porta dietro. Pulito perché prodotto in modo ecosostenibile e rispettoso dell’ambiente. Giusto perché conforme all’equità sociale durante la produzione e la commercializzazione.


La sede di Slow Food Lecce è ospitata all'interno del Crap (Centro Residenziale di Assistenza Psichiatrica) dove vivono ben 14 persone che hanno costantemente bisogno delle cure del dottor Sergio Longo (Psichiatra e coordinatore del progetto) e del suo staff. La condotta, in collaborazione con ASL Lecce, partecipa al progetto Ortoporto che prevede la riqualificazione dell'area verde adiacente al Crap - Villa Libertini e la sua riconversione in un orto per l'autoconsumo interno e per l'eventuale commericializzazione di prodotti biologici. Info 3476758177 - 3939962150; slowfoodlecce@gmail.com.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

  • Aperitivo favoloso

    • Gratis
    • dal 1 febbraio al 28 marzo 2020
    • Favola Calda
  • I primi piatti

    • dal 2 al 16 marzo 2020
    • Agenzia Formativa Ulisse
  • Venerdì Siria: sapori e profumi vegan dal Medio Oriente

    • dal 18 dicembre 2019 al 18 dicembre 2020
    • Agricola Samadhi

I più visti

  • Immergetevi nel benessere della Spa-Hilton Garden Inn di Lecce

    • dal 29 gennaio al 29 febbraio 2020
    • Hotel Hilton Garden Inn
  • Carnival drag party al Finis Terrae di Lequile

    • solo oggi
    • 22 febbraio 2020
    • Finis Terrae
  • "Antigone" in scena a Gallipoli

    • dal 10 febbraio al 7 marzo 2020
  • Teatro Illiria: rassegna teatrale 2019-20

    • dal 22 dicembre 2019 al 5 aprile 2020
    • TEATRO ILLIRIA
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento