"I bambini salveranno il mondo": promosse a scuola le buone prassi sull'energia

L'assessorato alle Politiche energetiche distribuirà opuscoli con le regole da seguire in tutti gli istituti di Lecce. La sindaca dei ragazzi, Greta Quarta: "Saremo promotori di un nuovo stile di vita"

In foto: la conferenza stampa di presentazione del progetto

LECCE – Il risparmio energetico comincia con le buone pratiche che si apprendono sin da piccoli. Forti di questa consapevolezza, gli amministratori comunali di Lecce hanno deciso di far leva sui bambini della scuola primaria e secondaria per cominciare a costruire, e diffondere, una nuova coscienza ambientale.

I tempi, del resto, impongono un cambiamento di rotta, così come più volte richiesto dalle giovani generazioni scese in piazza per contestare le politiche dei governi che non appaiono decisive in tema di cambiamenti climatici.

Il Comune di Lecce, quindi, sulla scia di questa rinnovata presa di coscienza ha messo a punto un progetto che coinvolge tutte le scuole del capoluogo: nelle classi elementari e medie saranno infatti distribuiti degli opuscoli che spiegano, in maniera molto semplice, cosa fare per risparmiare energia e salvare il Pianeta, passo dopo passo, riducendo di riflesso il consumo delle risorse.

I libretti, in due versioni a seconda delle fasce d'età a cui sono destinati, illustrano le regole basilari utilizzando il linguaggio dei fumetti. Alla parte didattica si affianca quella ludica dei giochi a premi, utile a valutare la piena comprensione del discorso. Gli opuscoli sono disponibili anche in versione telematica sul sito istituzionale del Comune.

I bambini e i ragazzi saranno quindi i protagonisti di un'azione di sensibilizzazione rivolta ai compagni di classe e, di riflesso, alle famiglie. “Saremo noi i promotori di questo nuovo stile di vita”, ha affermato la sindaca del consiglio comunale dei ragazzi, Greta Quarta.

Insieme a lei, in conferenza stampa a Palazzo Carafa erano presenti anche alcuni baby consiglieri, il vicesindaco Alessandro Delli Noci, l’assessora alla Pubblica istruzione, Fabiana Cicirillo, il dirigente Giovanni Puce e l’energy manager Ivan Vernich.

“La strada per la costruzione di un futuro diverso passa dalla sensibilizzazione delle nuove generazioni – ha chiosato Delli Noci -. Nel mondo si sta diffondendo una cultura diversa e anche noi siamo convinti che il risparmio energetico non sia relativo alle sole azioni di efficientamento degli edifici, ma che cominci dalle buone prassi quotidiane”.

“Il Comune di Lecce – ha aggiunto Puce – sta promuovendo interventi in tale direzione: è già partito un bando per l'efficientamento degli impianti termici ed elettrici negli istituti scolastici per migliorare anche la qualità della vita degli studenti. Abbiamo previsto interventi consistenti soprattutto sull'edificio che ospita la scuola “Scipione Ammirato”, utilizzando un finanziamento di circa 2 milioni di euro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento