Visite ecologiche nel parco di Punta Pizzo. In estate “sbarco” anche sull’isola

Si intensifica l’attività per la fruizione dell’area naturalistica del litorale sud di Gallipoli. Ogni domenica le escursioni con Legambiente. Nei pomeriggi di agosto comitive in visita sull’isola di Sant’Andrea

escursioni nel parco di punta pizzo

GALLIPOLI – Entrano a pieno regime le attività messe in piedi dall’ente provvisorio di gestione e dal circolo di Legambiente, per la fruizione delle aree del parco naturale regionale di Punta Pizzo che comprende anche il litorale sud e l’isola di Sant’Andrea.  Dopo la Pasquetta caratterizzata dalle passeggiate ecologiche organizzate dal circolo del cigno verde, un ricco programma di appuntamenti si snoda anche in tutti i fine settimana e per la stagione estiva. Sono già in corso, infatti, tre appuntamenti fissi settimanali aperti a chiunque abbia voglia di trascorrere delle giornate all’insegna della natura e della scoperta. Tutte le domeniche, dalle 9 alle 13, è possibile prendere parte alle escursioni naturalistiche create appositamente per scoprire la fauna e le caratteristiche della flora locale. Escursioni che si intensificheranno con due appuntamenti infrasettimanali: ogni mercoledì e ogni venerdì, a partire dalla metà di maggio e sino a fine giugno.

Allo stesso tempo durante l’estate, l’isola di Sant’Andrea, che ricade nell’area naturalistica del parco, sarà eccezionalmente visitabile nel pomeriggio: dal primo agosto al 15 settembre, dalle 17,30 al tramonto, comitive di 18 persone alla volta potranno sbarcare sull’isola e visionare il lembo di terra e l’area prospiciente il faro. “Un ricco programma per tutte le età” conferma il presidente dell’ente parco, Gianluigi Barone, “che coinvolge tutti e dà la possibilità concreta di conoscere più da vicino il nostro territorio. Grazie alla preziosa collaborazione di Maurizio Manna di Legambiente Gallipoli siamo riusciti a mettere in campo diverse sinergie e a garantire la giusta attenzione a questo piccolo angolo di paradiso. La città di Gallipoli e il suo litorale vantano un tesoro prezioso come pochi in Italia ed è nostro dovere ed obbligo morale lavorare affinché sia sempre più accessibile. Far vivere il parco nella quotidianità di tutti i cittadini e dei visitatori sarà il nostro obiettivo, seppur garantendo e preservando l’integrità e la natura stessa del luogo”.

Al di là delle attività, occorre ricordare anche che il parco naturale di Gallipoli è l’unico in Puglia ad avere una convenzione con il tribunale per lo svolgimento dei lavori di pubblica utilità. Un accordo decisamente importante perché unisce la dimensione sociale del parco come servizio del territorio alle varie attività, sia esse sportive, didattiche, ambientali e di reinserimento sociale.  

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento