Giornata ecologica per “liberare” la scogliera e i sentieri di Serra Cicora dai rifiuti

Nuova iniziativa in programma domani mattina a ridosso del parco naturale di Portoselvaggio promossa da aMare Pulito e Wwf Salento

Le barche abbandonate a Serra Cicora

NARDO’ – Una giornata di festa per “liberare” un lungo tratto di scogliera e le zone rurali a ridosso del litorale neretino da materiali e rifiuti abbandonati. Le associazioni “aMare Pulito” e “Wwf Salento” con la collaborazione della ditta Bianco igiene ambientale e con il patrocinio del Comune di Nardò hanno organizzato per domani, 25 aprile, dalle 9,30 alle 12,30, una giornata ecologica per la pulizia dei rifiuti abbandonati nella zona di Serra Cicora e Torre Uluzzo lungo la dorsale marina del parco naturale di Portoselvaggio. Sono circa una trentina i volontari già precettati e pronti ad intervenire per bonificare le aree costiere di pregio, ma l’iniziativa è ovviamente aperta a chiunque volesse offrire il proprio contributo.      

L’obiettivo è quello di ripulire alcune zone particolarmente colpite dall’abbandono di rifiuti nelle zone di Serra Cicora, località lungo la costa tra Torre Uluzzo e Torre Inserraglio, premiata con le 4 vele di Legambiente e ampiamente riconosciuta come importante sito archeologico con frequentazioni fin dal paleolitico. La pulizia riguarderà non solo i diversi tratti di scogliera in cui si sono accumulate numerosi rifiuti di plastiche, vetro, carta, o altro materiale in alcuni casi riversato dalle mareggiate, ma anche le strade più interne che si attraversano per arrivare al mare, colpite dall’indiscriminato abbandono di materiali e oggetti vari, dalle buste di rifiuti alle carcasse di vecchie imbarcazioni, ad altri materiali di risulta o scarti di lavorazioni edili. Lo scorso 24 marzo la giornata ecologica organizzata da “aMare Pulito” ha interessato la zona Pagani sempre a Nardò e altre “campagne di pulizia” sono in via di programmazione per scongiurare l’abbandono dei rifiuti per strada sensibilizzando al rispetto dell’ambiente. L'attività dei volontari sarà supportata dalla ditta di igiene ambientale che fornirà materiali quali guanti, buste e specifici “big bag” omologati e garantirà poi il trasporto e smaltimento del materiale raccolto durante la manifestazione, che verrà regolarmente differenziato e smaltito.

“Ringrazio le associazioni aMare Pulito e Wwf Salento per questa significativa iniziativa di sensibilizzazione nei confronti del nostro ambiente che si svolgerà in un tratto del nostro territorio con una forte valenza naturalistica e archeologica” dice l’assessore all’Ambiente del Comune di Nardò, Mino Natalizio, “purtroppo, nonostante la stragrande maggioranza dei cittadini stia dimostrando, attraverso la raccolta differenziata di essere sensibile alle problematiche ambientali, c'è ancora chi abbandona rifiuti non solo in campagna, ma anche in aree di pregio come quelle interessate dall'iniziativa di domani. L'auspicio è che questo messaggio segni un cambio di rotta nelle coscienze e nel comportamento proprio di coloro che non comprendono quanto l'inciviltà delle loro azioni incida pesantemente su un patrimonio che appartiene ai nostri figli”.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento