Oltre 500 scolari se ne andranno in spiaggia: speciale lezione di ecologia marina

L’iniziativa rivolta ai 550 studenti dell’istituto comprensivo di Porto Cesareo, dall’idea dell’Area marina protetta

La campagna contro la plastica sul posto.

PORTO CESAREO – Speciale lezione di ecologia marina per oltre 500 alunni. Nella giornata di giovedì, infatti, presso l’Istituto comprensivo di Porto Cesareo, gli adulti di domani parteciperanno al  progetto “Nel blu dipinto di brutto, il bello del mare è mantenerlo pulito”, promosso dall’Area marina protetta del borgo ionico.

Abbandono incontrollato di rifiuti nei fondali ma anche buone prassi, recupero degli stessi e conferimento nell’eco centro blu (progetto pilota in Italia) situato presso lo scalo d’alaggio, addio alle plastiche, e gestione consapevole e rispettosa del rapporto uomo-mare, saranno al centro del cammino condiviso avviato da Amp in collaborazione con la dirigente scolastica di Porto Cesareo, Ornella Castellano, che avrà come protagonisti i docenti e come relatori gli esperti della riserva marina e i responsabili del progetto di comunicazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In occasione dell’incontro ai docenti, saranno distribuite dispense relative alla presenza e all’impatto reale delle micro plastiche e materiale didattico da fotocopiare per diffondere il messaggio tra i ragazzi in aula.  Inoltre, sarà promosso un contest dedicato al mare per poter raggiungere le famiglie tramite gli studenti. Nello specifico, i ragazzi (550 in tutto, compresi i piccoli della scuola dell’infanzia), potranno realizzare manufatti individuali o installazioni di gruppo partendo da materiali che troveranno o raccoglieranno sulla riva assieme ai propri famigliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • In moto a folle velocità sfugge a tre volanti. “Ero andato a Otranto per un caffè”

Torna su
LeccePrima è in caricamento