A pesca di rifiuti in canoa e kayak. Giornata ecologica a Santa Caterina e Porto Selvaggio

Singolare iniziativa promossa del Canoa Kayak Club Salento alla quale hanno preso parte decine di canoisti. Ripuliti il canale verde e la scogliera della Punta della Lea

NARDO’ – Un’intera giornata festiva in mare per attraversare le lingue blu del litorale ionico a bordo delle proprie canoe e dei kayak e al tempo stesso per dare una ripulita nei luoghi più frequentati e suggestivi della costa sporcati dalla inciviltà dei soliti sporcaccioni. Così domenica mattina  una trentina di kayakers, rispondendo  all’appello del Canoa kayak club salento si sono dati appuntamento nelle acque delle marine neretine di Santa Caterina e Porto Selvaggio per una particolare giornata ecologica all’insegna del rispetto dell’ambiente marino.

I canoisti si sono impegnati  a più riprese per ripulire  tratti di mare e le scogliere dai rifiuti di ogni genere, plastica e le solite casse di polistirolo in particolare.  L’attività di bonifica a bordo di kayak e canoe ha interessato nello specifico lo scalo di alaggio del porticciolo di Santa Caterina, il cosiddetto “canale verde”, una caletta spesso sommersa di rifiuti riversati dal mare a causa del gioco delle correnti, e la scogliera della Punta della Lea, nel parco di Porto Selvaggio.      

“Voglio sottolineare il valore non solo simbolico dell’iniziativa” spiega Piero Cantisani, presidente del Canoa kayak club salento, “grazie alla quale abbiamo restituito decoro, tra gli altri, a un bellissimo luogo come il canale verde. Dobbiamo fare in modo di contrastare con tutte le nostre forze, ad iniziare dalle piccole azioni quotidiane, il fenomeno dell’abbandono di rifiuti in mare. La plastica non solo offende il paesaggio ma avvelena i pesci e la nostra stessa vita”. Alla fine della sortita ecologista sono stati riempiti oltre dieci sacchi di rifiuti smaltiti regolarmente poi dalla ditta d’igiene urbana del comune di Nardò.

Hanno collaborato all’iniziativa, patrocinata dall’amministrazione comunale, anche il consigliere Gianluca Fedele e i kayakers del nuovo gruppo del circolo La Lampara. “Complimenti per la buona volontà e per la sensibilità ai kayakers che hanno risposto all’appello del sodalizio organizzatore” ha commentato il consigliere Gianluca Fedele, “fornendoci un esempio di come il mare e la natura si difendono concretamente. Un esempio necessario, perché il bottino di questa giornata ci dimostra quanti rifiuti buttiamo in maniera indiscriminata nel nostro mare. Manifestazioni di inciviltà che fanno immediatamente cadere le braccia, ma che invitano poi a reagire. Sul fronte della cultura ambientale dovremmo tutti davvero fare un salto di qualità”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento