Ciclovia Aqp, si accende la cascata monumentale all'arrivo della comitiva

Conclusa la seconda esplorazione sul percorso di 540 chilometri lungo la condotta principale dell'acquedotto, con partenza da Caposele, in Campania

Una foto all'arrivo a S.M. di Leuca

SANTA MARIA DI LEUCA (Castrignano del Capo) - Con l’arrivo a Leuca, salutato dall’accensione straordinaria della cascata monumentale, si è conclusa la cicloesplorazione dell’Acquedotto Pugliese.

Il singolare viaggio ha visto protagonisti un gruppo base di 20 cicloturisti, che in sette tappe dal 26 agosto al 2 settembre, hanno percorso in bici oltre 540 chilometri seguendo l’itinerario narrativo segnato dalla condotta principale, da Caposele (Avellino) a Santa Maria di Leuca (Lecce).

“La Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese - ha spiegato Cosimo Chiffi, portavoce del Coordinamento dal basso - è una realtà, come dimostra il viaggio che abbiamo appena concluso, testando l’itinerario e definendo il tracciato laddove non c’è la pista di servizio dell’acquedotto. C’è da augurarsi che il progetto esalti la naturalità del tracciato rispettando luoghi carichi di storia e di fascino, trasformandola nella più grande via verde del Mezzogiorno, capace di diventare uno dei principali attrattori di un progetto di turismo sostenibile”.

La missione è stata caratterizzata da un contagioso entusiasmo da parte di ciclisti e associazioni locali e di ciclisti che si sono uniti lungo il percorso accompagnando i cicloesploratori alla scoperta di suggestivi paesaggi lungo il tracciato, un percorso carico di storia e di numerose testimonianze di archeologia industriale. In tutte le tappe e lungo il percorso il gruppo base di cicloesploratori è stato accolto da sindaci, amministratori locali ed esponenti dei Gal in un proficuo confronto per promuovere la ciclovia e il cicloturismo nel Sud.

A Santa Maria di Leuca, all’arrivo, l’accensione straordinaria della cascata monumentale dell’acquedotto ha salutato i ciclisti, accolti da don Stefano Ancora, presidente del Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca - de Finibus Terrae”, dal delegato dell’amministrazione comunale di Castrignano del Capo Roberto Calabrese, e dal deputato Salvatore Capone, firmatario dell’emendamento per la ciclovia insieme al deputato Diego De Lorenzis.

La spedizione è servita a concretizzare una straordinaria esperienza di mappatura e promozione collaborativa dell’itinerario storico che per 500 chilometri segue le condotte di una fra le più imponenti opere d’ingegneria idraulica mai realizzate al mondo. L’iniziativa è stata organizzata dal Coordinamento dal Basso per la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese, il comitato transregionale che sostiene e promuove il progetto avviato nel 2007 dalla Regione Puglia con l’obiettivo di rendere accessibile a cicloturisti e camminatori la pista di servizio che corre lungo il Canale Principale dell’Acquedotto Pugliese, potenzialmente una delle più lunghe greenway d’Europa con i suoi oltre 230 chilometri di percorso protetto già esistente.

La ciclovia dell’Acquedotto Pugliese è uno dei quattro percorsi cicloturistici prioritari per l’Italia, unico nel Mezzogiorno, per il quale lo scorso 27 luglio è stato firmato il protocollo d’intesa fra i ministeri delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) e dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo (MIBACT) e le Regioni Puglia (capofila), Campania e Basilicata, cui spetterà la realizzazione dell’opera.

Secondo la tabella di marcia ministeriale, nel 2017 dovranno essere sottoscritti gli accordi di programma con gli enti locali interessati dal percorso, avviate le gare e aperti i primi cantieri che si dovranno chiudere entro il 2018. Cantieri che nel caso della ciclovia del Sud sono già aperti in Valle d’Itria e in Salento: ai 10 chilometri già inaugurati nel 2014 se ne aggiungeranno presto altri 10 fino a Villa Castelli (Br) mentre sono in via di realizzazione 38 chilometri tra Salice Salentino, Nardò e Galatone.

La cicloesplorazione è stata interamente autofinanziata dagli stessi partecipanti. Hanno pedalato nelle sette tappe da Caposele a Leuca: Aljaz Adamic, Cosimo Chiffi, Domenico D’Alelio, Emanuela Dattolo, Fabio Dibitonto, Giuseppe Dimunno, Eliana Francot, Fabio Ganassin, Nina Gorgoni, Gabriele Gorgoni, Santiago Gorgoni, Matilde Guido, Roberto Guido, Paolo Lattanzio, Maria Grazia Lombardi, Raffaele Marra, Gino Giuseppe Pucci, Marco Taurino, Antonio Todisco, Alessia Valentinetti.

CICLOESPLORAZIONE_1-2

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sesso con il pm per avere vantaggi, l'avvocatessa sotto torchio per un'ora

  • Cronaca

    "Favori & Giustizia", il direttore generale dell'Asl Narracci respinge le accuse

  • Cronaca

    Il "sistema Arnesano" andava fermato, la denuncia dei suoi stessi colleghi

  • Attualità

    Più navette e 1350 parcheggi gratis nel week end, in centro si paga in sei festivi

I più letti della settimana

  • Sesso e regali per favori e processi: in arresto un pm, dirigenti sanitari e avvocata

  • Travolto da un’autovettura, un 62enne perde la vita davanti alla moglie

  • Ore di apprensione a Casarano: rintracciato di notte 22enne scomparso nel nulla

  • Bancarotta fraudolenta aggravata: quattro imprenditori in arresto

  • Inchiesta sesso&giustizia, Altavilla: “Triste pagina, ma indagine non è condanna”

  • Inchiesta "sesso & giustizia", il pm in carcere interrogato oltre un'ora

Torna su
LeccePrima è in caricamento