Rifiuti in campagna e nelle periferie. Mellone sollecita un tavolo tecnico

Il sindaco di Nardò ha scritto una lettera al presidente della Provincia, Minerva, per affrontare e debellare l’indecoroso fenomeno. Chiesta task force con forze dell’ordine e Regione

Foto di repertorio

NARDO’ – Strade periferiche e rurali di diverse località del Salento ancora alle prese con la piaga dell’abbandono indiscriminato di rifiuti. E dal sindaco di Nardò, Pippi Mellone, parte un sollecito all’indirizzo della Provincia per la convocazione urgente di un tavolo tecnico. Il sindaco neretino, infatti, proprio questa mattina ha scritto e inviato una nota al presidente dell’ente di palazzo dei Celestini, Stefano Minerva, per chiedere formalmente la convocazione di un tavolo tecnico che fronteggi l’emergenza dei rifiuti abbandonati sulle strade periferiche e nelle campagne del Salento e attraverso il quale discutere della possibilità di dare vita a una task force regionale per reprimere il fenomeno.     

“Probabilmente tra le principali cause che inducono gli incivili ad abbandonare rifiuti in ogni angolo del territorio, vi è, paradossalmente, la virtuosa gestione intrapresa dai Comuni attraverso gli Aro di riferimento che, come noto, contempla la raccolta differenziata spinta porta a porta anche dell’organico” scrive Mellone, “la maggior parte dei Comuni sta cercando con tutti i mezzi di contrastare tale aberrante pratica con sistemi di videosorveglianza, controlli della polizia locale, ispettori ambientali e guardie ecologiche volontarie. Senza dimenticare che vi è in molti casi la collaborazione di cittadini sensibili che individuano e denunciano gli incivili. È evidente che tutto questo, pur producendo risultati positivi, non è sufficiente”.

Da tali valutazioni il primo cittadino di Nardò deduce che sarebbe necessaria la convocazione del richiamato tavolo tecnico al quale invitare la Regione, i sindaci, le forze dell’ordine e qualunque altro attore dovesse ritenere utile far partecipare, per affrontare con ancora più incisività la natura del  fenomeno. “Si potrebbe discutere ad esempio della creazione di una task force comprendente il Nucleo di vigilanza ambientale della Regione che dovrebbe a breve essere operativo, la polizia provinciale, i carabinieri forestali, le polizie locali, le guardie ecologiche” suggerisce Mellone, “per coordinare al meglio le attività di repressione nei confronti di questi incivili senza scrupoli che stanno provocando un danno ambientale, di immagine ed economico ad un territorio ai primi posti in Italia per presenze turistiche grazie al bene paesaggio che non possiamo permettere a nessuno di depauperare”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Anni addietro il sindaco di Lecce, Poli Bortone, mise un premio per chi avesse potuto portare all'identificazione dell'autore di abbandono di rifiuti; non so se detta delibera è stata ritirata o sia ancora valida. In ogni caso, io metterei 1000 firme affinchè si mettesse una sostanziosa taglia sulla testa di questi str...i che ci fanno vergognare a morte, ed ai quali gli si dovrebbe comminare multe di svariate migliaia di euro e la pubblicazione di nome e cognome. Vedreste che grandioso lavoro farebbero giovanotti senza occupazione ed in quanto breve tempo stanerebbero in ogni possibile luogo ed orario i già succitati str...i.

  • Una figuraccia per l'intero Salento. A Lecce in Via Leuca ho visto alcuni turisti che fotografavano la spazzatura abbandonata...che vergogna. Ma per contenere il danno non sarebbe meglio predisporre più cestini (ormai rarità;) e quattro cassonetti qua e la nei vari comuni? Occorre tanto ingegno per imporre d'ufficio il rispetto dell' igiene pubblica di cui i comuni sono tutori e responsabili? Non si spende di più in telecamere mobili e ritiri extra del pattume? Mah....

    • E' quello che da mesi provo a chiedere in vari modi: non ci sono più cassonetti da nessuna parte e quindi, per le persone in giro (non a casa propria) c'è una grossa difficoltà: questo non giustifica l'abbandono, ma la soluzione sta in mezzo.

Notizie di oggi

  • settimana

    Truffe ad Inps anche coi bonus "Renzi": indagati due professionisti

  • Cronaca

    Razzia di notte a Sant'Isidoro: banda di ladri "visita" quindici villette estive

  • Attualità

    Plastica, pesticidi e antenne: le lotte future spiegate da un europarlamentare

  • Cronaca

    Abusi sulla figlia di otto anni: condannato a sette anni e mezzo il padre

I più letti della settimana

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Va a prendere il figlio maggiore e scopre che l'altro è chiuso nello scuolabus

  • Strada 275, colpo di sonno e finisce contro un furgone: in tre in ospedale

  • “Appena esco ci ritorno”. Ladro mantiene la promessa, di nuovo arrestato

  • Misterioso rogo nel negozio di attrezzature per party: fiamme devastano il locale

  • Pauroso incidente: travolto da un'auto mentre attraversa, in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento