Non solo Coronavirus, controlli sui rifiuti: sanzionati cinque “sporcaccioni”

I carabinieri del Nucleo tutela biodiversità di San Cataldo, nei giorni scorsi, hanno setacciato il litorale leccese e quello di Vernole: sono scattate multe per tremila euro

Foto di repertorio.

ASAN CATALDO (Lecce) – Oltre ai controlli per verificare il rispetto delle restrizioni dovute al Coronavirus, non cessano anche gli accertamenti sugli incivili che inquinano l’ambiente. Al setaccio soprattutto campagne e litoranee, da sempre posto prediletto degli "sporcaccioni".

Sono già cinque i cittadini sanzionati negli ultimi giorni, per un totale di tremila euro di multe elevate. I carabinieri forestali del Nucleo tutela biodiversità di San Cataldo, infatti, hanno intensificato le verifiche contro gli abbandoni di rifiuti lungo il litorale adriatico leccese e quello che ricade nel territorio di Vernole. I militari, guidati dal comandante Leonardo Antonaci, hanno ispezionato tutti i siti teatro di abbandono di rifiuti, di solito aree di notevole pregio naturalistico, come quella de "Le  Cesine".

L’azione è finalizzata proprio ad individuare e sanzionare ogni atto e comportamento contrari alla difesa del suolo, del paesaggio e dell’ambiente e a vigilare sul rispetto della corretta gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani rintracciandone i trasgressori. In diversi casi i militari forniscono anche il necessario ausilio ai cittadini che necessitano di qualsiasi informazione in merito alla corretta gestione e smaltimento dei rifiuti urbani.

I crescenti episodi di abbandono illecito hanno delle ricadute negative dal punto di vista economico anche per le casse dei Comuni, che devono provvedere a smaltire correttamente i rifiuti, in caso di mancata identificazione dei responsabili.

I trasgressori sono soggetti a sanzioni amministrative che vanno da un minimo di 300 euro a un massimo di tremila per l’abbandono di rifiuti non pericolosi. Le multe invece aumentano fino al doppio per scarti pericolosi, oltre al fatto che è prevista una denuncia penale. Ulteriori indagini proseguiranno anche nei prossimi mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento