Seggiolini anti-abbandono, dal 6 marzo le sanzioni

Al via l’obbligo di adozione del dispositivo per chi trasporta bambini di età inferiore ai 4 anni. Vediamo come funziona, le tipologie e il bonus

Sono partite il 6 marzo le sanzioni per chi non utilizza il sistema anti abbandono dei bambini in auto. Da questa data, nel caso di violazione, è prevista una multa che va da 81 a 326 euro, proprio come succede in caso di mancato uso delle cinture di sicurezza. Non solo: in caso di recidiva nel giro di due anni è prevista la sospensione della patente da 15 giorni fino a un massimo di due mesi.

Vale sempre la pena di ricordare comunque che il Codice della Strada disciplina all’articolo 172 l’uso delle cinture di sicurezza e i sistemi di ritenuta per bambini. Nello specifico, il comma 5 dispone che i bambini non possono mai essere trasportati utilizzando un seggiolino di sicurezza rivolto all’indietro su un sedile passeggeri protetto da airbag frontale, a meno che l’airbag non sia stato disattivato in maniera automatica.

Come funziona il dispositivo anti abbandono

Il seggiolino anti abbandono funziona tramite un dispositivo collegato a un sensore a sua volta collegato tramite Bluetooth allo smartphone del conducente. Quando questo scende dall’auto e la chiude, la connessione si disattiva e parte automaticamente un messaggio d’allarme verso il suo cellulare. Nel caso in cui questo sia silenziato, il dispositivo invia dei messaggi d’allarme agli altri dispositivi collegati configurati come quelli di altri familiari del bambino. Il sistema è stato pensato per essere facile da utilizzare. Per attivarlo basta connettere il seggiolino dotato di sensori all’app dedicata e il sistema si attiva appena il bambino viene fatto sedere sul seggiolino.

Tipologie, prezzi, bonus

Le tipologie di dispositivi anti abbandono sono principalmente quattro e i prezzi variano in base alla loro complessità tecnologica: da un prezzo minimo di 39 euro circa fino a oltre i 100 euro. Nessuna detrazione, solo un bonus di 30 euro di cui potranno usufruire i genitori nell’affrontare questa spesa. Per poter godere di questa agevolazione sarà necessario effettuare la registrazione sul sito bonuseggiolino.it avendo già le credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID). Completata la procedura di registrazione verrà erogato il voucher di 30 euro per l’acquisto, spendibile esclusivamente presso uno dei negozianti registrati sulla piattaforma, mentre chi ha già proceduto all’acquisto presso qualsiasi esercizio commerciale potrà chiedere entro 60 giorni, a far data dal 21 Febbraio 2020, il rimborso di 30 euro allegando lo scontrino o la ricevuta fiscale e una autocertificazione sul modello disponibile on line.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento