Nuovo codice della strada, occhio alla patente e alle multe per i trasgressori

Via la patente a chi usa il telefono alla guida e sanzioni più pesanti, fino a 2.588 euro in caso di recidiva. Sanzioni maggiorate per chi ostacola il parcheggio o anche il solo passaggio dei disabili

Guidare mentre si parla al cellulare è vietato e pericoloso, per chi guida e anche per gli altri. Scopriamo cosa prevede il nuovo codice della strada e le sanzioni previste.

Codice stradale, le normative per l'utilizzo del cellulare alla guida

È consentito l'uso dei cellulari solo in modalità viva voce o dotati di auricolare, purché il conducente abbia adeguate capacità uditive e che non sia necessario l'utilizzo delle mani per il loro corretto funzionamento.

Cellulare alla guida, i comportamenti vietati

Il codice della strada vieta di fare uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle forze armate, di polizia e quelli adibiti ai servizi di strade, autostrade e al trasporto di persone in conto terzi. Visto quanto presente nel comma 2 dell’art 173 del codice della strada è vietato al conducente di utilizzare durante la marcia apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore. È consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguate capacità uditive per quanto concerne entrambe le orecchie (che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani). Occorre avere le mani libere, quindi sistemi vivavoce o auricolari da tenere in un solo orecchio.

Ritiro della patente per uso del cellulare in marcia

Per gli automobilisti sorpresi alla guida con l'utilizzo di cellulari, è previsto il ritiro della patente solo in caso di recidiva. 

Multa per utilizzo del cellulare alla guida

Secondo l'articolo 173 del nuovo codice della strada, gli automobilisti sorpresi alla guida al cellulare rischiano una sanzione amministrativa che va dai 161 ai 647 euro. Questo vale anche nei casi in cui il guidatore sia fermo allo stop o al semaforo, considerando che in queste situazioni l'auto non si trova in sosta, ma è in marcia. 

Le sanzioni per chi guida con il cellulare

La sospensione della patente di guida da 1 a 3 mesi, invece, è prevista nei casi in cui lo stesso automobilista venga sorpreso nuovamente al volante con il cellulare nei successivi due anni dalla prima infrazione.

Le soluzioni alternative per chi usa il cellulare alla guida

Chi utilizza il cellulare alla guida quindi può utilizzarlo solo in modalità viva voce o con apparecchi dotati di auricolare, purché il conducente abbia adeguate capacità uditive e non sia necessario l'utilizzo delle mani per il loro corretto funzionamento.

Un'attenzione particolare anche ai disabili 

Nel nuovo codice la definizione di "utenza debole" viene sostituita con quella di "utenza vulnerabile" ampliando la platea e il suo ambito anche a conducenti di ciclomotori e di motocicli.

Per le persone con disabilità viene prevista la possibilità di sosta gratuita dei veicoli con il contrassegno disabili anche sulle strisce blu mentre per gli incivili che parcheggiano negli spazi riservati alla fermata o alla sosta dei veicoli per disabili o in corrispondenza degli scivoli le sanzioni potranno arrivare fino a 647 euro per le automobili e 328 euro per i veicoli a due ruote, mentre sarà raddoppiata la decurtazione dei punti sulla patente da 2 a 4.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento