Lavori ultimati, a Otranto torna a scandire il tempo la Torre dell'orologio

Il fascino un po’ malinconico del tempo che scorre. Sono stati ultimati i lavori di ristrutturazione della Torre dell’orologio, un monumento cittadino a cui tutti sono affezionati, che domina piazza del Popolo a Otranto

OTRANTO – Il fascino un po’ malinconico del tempo che scorre. Sono stati ultimati i lavori di ristrutturazione della Torre dell’orologio, un monumento cittadino a cui tutti sono affezionati, che domina piazza del Popolo a Otranto.

“Un intervento, questo, finanziato in parte anche con un contributo della Fondazione Caripuglia, che si inserisce nel più ampio programma di riqualificazione e recupero del patrimonio dei beni storico-architettonici avviato dalla nostra Amministrazione in questi anni”, spiega il sindaco Luciano Cariddi. “Un attento restauro ci restituisce la Torre in tutta la sua bellezza con la pietra ripulita faccia a vista, come da progetto originario. Ovviamente il recupero ha interessato anche l’orologio, per il quale si è provveduto a sostituire il meccanismo che ne regola il funzionamento”.

Dai prossimi giorni sarà possibile riascoltare i rintocchi delle campane scandire il trascorrere del tempo nel borgo antico. L’intenzione dell’amministrazione comunale è di farle suonare soltanto dalle ore 7 del mattino fino a mezzanotte, in modo da non disturbare il riposo dei residenti durante le ore notturne.4-111-22

La patina rimossa sul frontale dell’edificio ha evidenziato la data della sua costruzione scolpita sulla pietra. La Torre è stata edificata nel 1799 e impreziosita dallo stemma cittadino. Un monumento storico ai cui piedi, nella piccola piazzetta, si sono incontrate generazioni di otrantini, e dove oggi, soprattutto nel periodo estivo, scorre un fiume di turisti incantati dallla bellezza e il fascino che racchiude in sé. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

Torna su
LeccePrima è in caricamento