A Copertino la corsa continua. Sarà ballottaggio tra Schito e De Giorgi

Il sindaco uscente, candidata con la coalizione “Copertino in Dialogo”, incamera 5.013 preferenze pari al 33,86% e dovrà superare al secondo turno l’Onda d’urto di Vincenzo De Giorgi. Si ferma la corsa di Sangiorgi e Valentino. In coda il M5S

Sandrina Schito nel Comitato elettorale

COPERTINO - La corsa all’ultimo voto rimanda al secondo turno di ballottaggio, così come era nelle previsioni, l’elezione del nuovo sindaco di Copertino, unico comune della provincia, insieme a Lecce, oltre la soglia dei 15 mila abitanti. Si tornerà alle urne il 9 giugno prossimo dunque e al termine delle operazioni di scrutinio nelle 26 sezioni nella città del Santo dei voli, tra quindici giorni, gli oltre 21 mila elettori dovranno scegliere ora tra i due contendenti rimasti in corsa: il sindaco uscente Sandrina Schito e Vincenzo De Giorgi. Anche a Copertino si dovrà far ricorso quindi al secondo turno, così come si prospettava alla vigilia per la contesa a Lecce, per decretare la scelta definitiva tra i due candidati e le coalizioni maggiormente suffragate al primo turno (ma che non hanno ottenuto il 50,1% dei voti per ottenere l’elezione diretta) e per stabilire il nuovo sindaco e la nuova amministrazione comunale che reggerà le sorti del Comune per i prossimi cinque anni. A palazzo Briganti, dal 10 maggio scorso, le sorti dell’amministrazione comunale sono state rette dal viceprefetto Guido Aprea, dopo la nomina del commissario straordinario in seguito alla mancata approvazione del bilancio di previsione in consiglio e quindi la caduta, negli ultimi giorni di mandato, dell’amministrazione del sindaco Schito.         

Il responso del primo turno vede in vantaggio la coalizione a sostegno del primo cittadino uscente Sandrina Schito in campo con “Copertino in dialogo”, l’aggregazione politica che racchiude i gruppi del Partito Democratico, AlbaNuova, Valore Assoluto, Copertino Popolare, +Copertino, Italia in Comune di Pizzarotti, Uniti si Vince, Vivacittà e LiberaMente per Copertino. La candidata sindaco ha raccolto in questa prima fase 5.013 preferenze (pari al 33,86 per cento) seguita, con un distacco di quasi mille voti, da Vincenzo De Giorgi, con la coalizione che racchiude i movimenti Onda D’urto, Andare Oltre, Liberi Popolari, La Svolta con De Giorgi, Noi con De Giorgi, Copertino Nuovo Percorso e Movimento Regione Salento. Per lui la contesa al primo turno si chiude con 3.973 voti incamerati (pari al 26,83%) e utili per approdare al turno di ballottaggio.

“Voglio ringraziare gli uomini e le donne della mia coalizione, Copertino in Dialogo, per il risultato conseguito” commenta Sandrina Schito, “è questo il segno che il lavoro fin qui svolto è stato riconosciuto e apprezzato. Abbiamo registrato rispetto a cinque anni fa una crescita dei consensi superiore al 10%: ritengo che questo sia un dato politico importante, perché costituisce un'attestazione di fiducia da parte dei cittadini. Adesso, lavoreremo per consolidare ulteriormente questo risultato, in vista del ballottaggio del prossimo 9 giugno. Penso che in questa fase sia fondamentale stringere un'alleanza soprattutto con i copertinesi  ai quali chiederemo di confermare la fiducia che hanno riposto in noi la scorsa volta. Intendiamo, infatti, dare continuità al progetto di città inclusiva e innovativa a cui abbiamo lavorato in questi cinque anni di amministrazione, con dedizione e passione, per portare a termine ciò che abbiamo avviato e condurre la città verso nuovi obiettivi di sviluppo sempre più ambiziosi. Vogliamo stringere” conclude la Schito “un patto con la comunità aperto al dialogo con tutti, per proseguire nell'azione di cambiamento della città, senza perdere mai di vista la concretezza per reperire strumenti e risorse". Si spengono invece le speranze nutrite in campagna elettorale per gli altri tre candidati in corsa, ma che potrebbero diventare vero ago della bilancia in vista del secondo turno in caso di apparentamento ufficiale o con  un semplice appoggio esterno e convergenza di voti sulla Schito o De Giorgi.             

Salvatore Sangiorgi, fratello del leader del gruppo musicale dei Negramaro e sostenuto anche dall’assessore regionale Sebastiano Leo, con la lista omonima che raggruppa Udc, Copertino Democratica, Copertino Bene Comune, Solidarietà e lavoro, Comunità e progresso, Movimento per Copertino ha ottenuto 3.547 voti, pari al 23,95 per cento e per lungo tempo nel corso dello scrutinio ha conteso, testa a testa, la seconda posizione utile per sfidare il sindaco uscente al turno di ballottaggio. Al palo anche la coalizione di centrodestra (Copertino nel Cuore, Lega per Salvini, Forza Città Copertino, La tua Copertino, Città Nuova Libera), con il candidato sindaco Ferdinando Valentino con 1.337 preferenze (9,03%) e appena 937 le preferenze tributate alla candidata del Movimento 5 stelle, pari al 6,33 per cento, Cristina Trinchera. A Copertino erano 21.658 gli aventi diritto al voto e l’affluenza alle urne per le comunali si è attestata al 70,35 per cento con 15.240 votanti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Spaccio e furto, coppia nei guai. Lei si finge incinta per evitare il carcere

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento