Ambulanti sul corso, commercianti e residenti: "Siamo alle solite"

Con il picco della stagione estiva, si rinnovano le lamentele di negozianti e non solo. Subito dopo i controlli merci e bancarelle tornano in strada

LECCE – La questione non è certo nuova, così come non sono sorprendenti le rimostranze dei commercianti di corso Vittorio Emanuele II: la presenza di ambulanti cresce esponenzialmente nel periodo estivo, quando la città è visitata da migliaia di turisti ed è sede di manifestazioni, come quella sul vino in corso in questi giorni, che richiamano un folto pubblico.

Dopo i controlli effettuati dal personale della polizia locale, che ha spesso lamentato la mancanza di risorse da destinare con continuità al presidio del centro storico, le vie tornano a riempirsi di mercanzie di ogni genere, in barba alle ordinanze sindacali che nel tempo hanno provato a mettere un ordine, come quella che disciplina l’occupazione di suolo pubblico per i creatori delle opere del proprio ingegno: per loro le aree deputate sono via Rubichi, piazzetta Castromediano, il tratto finale di via Libertini (che del corso è la naturale prosecuzione verso Porta Rudiae) e il tratto della stessa via che va dalla chiesa di Santa Teresa a via Personè.

“La promessa che era stata fatta – ricorda Luca Lazzaretti, uno dei commercianti - era che con le nuove assunzioni si sarebbe assicurata una presenza stabile di un dipendente della polizia municipale sulla strada almeno nei mesi di maggiore affluenza turistica questo anche per dare un'immagine di maggiore sicurezza ai numerosi turisti presenti. Ma questo non è avvenuto e siamo alle solite”.

Il tema non è rilevante solo per i negozianti, ma anche per i residenti della parte più frequentata del centro storico e per alcuni di coloro che gestiscono strutture ricettive, come i B&b. Sui social non mancano foto scattate prevalentemente di sera che documentano una situazione problematica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Riti di affiliazione mafiosa e mire del clan su concerti e bische. "La Scu è ancora viva"

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

Torna su
LeccePrima è in caricamento