Impianti termici: il Comune stoppa le multe e studia la revisione delle verifiche

Nell'incontro tra l'assessore Andrea Guido e la società incaricata da Palazzo Carafa, la decisione di annullare i verbali elevati dal 2 maggio. Si pensa ad un tavolo tecnico per definire le modalità di controlli meno vessatori

@TM News/Infophoto

LECCE - L'incontro tra l'assessore all'Ambiente del Comune di Lecce, Andrea Guido e i responsabili della società Vit, incaricata della verifica sugli impianti termici presenti in città, ha prodotto gli effetti sperati. Almeno dai cittadini che si erano visti presentare dei verbali che accertavano la presenza di alcune irregolarità. Dopo il faccia faccia odierno, è stato stabilito di annullare tutti gli accertamenti, a partire da giovedì scorso. 

L'ondata di verifiche avviata, in realtà la seconda dopo quella di qualche mese addietro, aveva scatenato vivaci proteste da parte di chi ha "scoperto" di essere responsabile di alcune anomalie che fino al controllo precedente non erano nemmeno contemplate come la presenza di valvole termostatiche su tutti i radiatori e l'attivazione dei cronotermostati su due livelli di temperatura. 

Le prescrizioni rientrano nella normativa più recente e saranno comunque tassative, fanno sapere da Palazzo Carafa, a partire dal 2017. Intanto si cercherà di allentare il regolamento comunale che dettaglia le modalità dei controlli, per far sì che in questa fase di crisi economica, i cittadini non siano costretti ad esborsi ulteriori. Tra sanzioni e interventi di messa a norma era stata stimata una spesa media di circa 500 euro. 

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Paolo Perrone e dall’assessore alle Politiche Ambientali, Andrea Guido, i quali hanno sottolineato lo spirito di collaborazione che ha caratterizzato l’incontro odierno. Nei prossimi giorni verrà attivato un tavolo tecnico al fine di individuare le migliori soluzioni per verificare le modalità di effettuazione dei controlli degli impianti termici in città. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Formaggi venduti per Grana e conservati dal gommista, scatta il sequestro

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento