Aperta via Siracusa, la zona 167 è stata "riunificata"

Con il completamento del secondo lotto, da oggi sono collegati i due viali che portano allo stadio. In attesa del Tar sulla vicenda della "Trax Road", progetto da 1 milione di euro per piazza Napoli

Il tratto di via Siracusa che mancava per collegare via del Mare e viale Giovanni Paolo II
LECCE - "La zona 167 si può oramai considerare un unico quartiere". Lo ha detto il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, inaugurando questa mattina il prolungamento di via Siracusa che è ora interamente percorribile dalla rotatoria di via del Mare fino a viale Giovanni Paolo II (meglio noto come dello Stadio). In totale circa 300 metri per dodici di larghezza. I lavori per la realizzazione del lotto mancante sono costati circa 200 mila euro.

Il primo cittadino, accompagnato dall'assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Messuti e dal presidente del quartiere, Fabio Campobasso, ha ribadito che il prossimo passo per la "riunificazione" della zona A con quella B della 167, sarà la realizzazione dell'area denominata "Trax Road". Sul parco urbano che dovrebbe essere la cerniera verde del quartiere stadio pende però il pronunciamento del Tar atteso per la prossima settimana.

I lavori, infatti, iniziati il 29 aprile con la posa della prima pietra (http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=20189), sono stati poi sospesi su disposizione della prefettura, in attesa di chiarire la posizione della ditta che si era aggiudicata l'appalto e che successivamente ha presentato ricorso. I lavori riprenderanno comunque - ha garantito Messuti - perché se i giudici amministrativi dovessero respingere il ricorso, subentrerà la seconda ditta in graduatoria. L'auspicio del sindaco è che possa comunque essere contenuto il ritardo sulla consegna dell'opera, che l'amministrazione avrebbe voluto avvenisse entro l'anno in corso.

Ma di cantieri ce ne sono altri nella zona. All'incrocio tra viale Giovanni Paolo II con le vie Pistoia e Carrara, verranno eliminati i semafori per far posto ad una rotatoria il cui scopo principale sarà quello di diminuire la velocità dei veicoli, oltre alla realizzazione di opere di urbanizzazione primaria come la fognatura e di piste ciclabili. In via Biasco, in zona Salesiani, si sta ultimando il rifacimento del manto stradale per un importo di 30 mila euro circa.

Prosegue con rapidità la realizzazione della grande stazione di rifornimento con annessi servizi tra il nuovo rondò di via del Mare e via Roma. Progetto che, sin dal principio, ha suscitato le proteste di alcuni residenti (http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=25346) che hanno minacciato anche un esposto alla magistratura. Continuano anche i lavori per il nuovo mercato bisettimanale, proprio sull'area attigua. La giunta comunale, nella seduta di lunedì mattina, ha infine approvato il progetto preliminare di riqualificazione di piazza Napoli, sempre nel rione di San Sabino, per un importo di un milione di euro. Una cifra che servirà, in parte, a compensare la "delusione" per il venir meno della Zona franca urbana dopo il dietrofront del governo nazionale (http://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=26125).

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento