Autovelox e photored, esternalizzare le multe può costare caro

Il gruppo consiliare di minoranza ha chiesto un parere formale al segretario generale di Palazzo dei Celestini, sulla base di due pronunce della Cassazione su autovelox e photored

un autovelox

LECCE - Che senso ha esternalizzare le multe eccesso di velocità o passaggio con il semaforo rosso se poi si corre il rischio di essere subissati da una marea di ricorsi? Seppur formulato in altre parole, è questo l'interrogativo di fondo che il gruppo consiliare del Partito democratico rivolge al segretario generale della Provincia di Lecce, Giacomo Mazzeo. Il tema della discussione è il provvedimento di giunta, cui ha fatto seguito apposita delibera del consiglio di Palazzo dei Celestini, con cui si determina l'affidamento a terzi del servizio di rilevamento delle infrazioni stradali con riferimento alle postazioni fisse (autovelox) e a quattro sistemi di rilevamento del passaggio con semaforo rosso (photored). 

Il bando predisposto dalla Provincia per un importo di 220 mila 800 euro è scaduto e si attende di conoscere l'aggiudicatario del servizio. Ma i consiglieri del Pd dubitano che questa operazione risulti alla fine vantaggiosa per l'ente e per questo hanno chiesto il parere ufficiale di Mazzeo. In particolare i democratici fanno riferimento al combinato disposto da due sentenze della Corte di Cassazione, una del 2008 e l'altra del 2011, nelle quali è stabilito con chiarezza il principio per cui se il rilevamento dell'infrazione non è stato fatto da un "agente preposto al servizio di polizia", la multa comminata è annullabile. In egual modo la Suprema corte afferma che gli agenti devono essere presenti al momento del rilievo fotografico, che non può essere "demandato esclusivamente a soggetti privati". 

E qui si ritorna alla giunta provinciale che motivò quella decisione di esternalizzare il servizio anche con la necessità di impiegare il personale della polizia provinciale in compiti più operativi sul territorio. Per il Pd, se le cose stanno come decreta la Corte di Cassazione, affidare eslusivamente a terzi il servizio potrebbe esporre la Provincia ad un contenzioso legale infinito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

Torna su
LeccePrima è in caricamento