Centro storico: cinque batterie di bagni chimici per i “bisogni” della movida

L'amministrazione comunale replica il provvedimento adottato lo scorso anno per arginare l'utilizzo di stradine e vicoli come orinatoi a cielo aperto. Una pessima abitudine che esaspera i residenti e sconvolge i turisti

Via del Teatro romano.

LECCE – L’amministrazione comunale ha disposto la collocazione di cinque batterie di bagni chimici all’interno del centro storico di Lecce. Per andare incontro ai “bisogni” della movida, soprattutto di quella incivile che utilizza le stradine laterali come orinatoi a cielo aperto. Una pessima abitudine che esaspera i residenti e, logicamente, lascia sgomenti i turisti che amano intrufolarsi nei dedali leccesi alla ricerca di qualche dettaglio artistico o architettonico nascosto.

I bagni chimici saranno messi in via del Teatro romano, in via Oronzo Tiso, Piazza Italia, piazzetta dei Longobardi e via Regina Isabella e vi resteranno fino al termine della stagione estiva, quando Lecce conoscerà un fisiologico ridimensionamento del numero dei visitatori, ma anche degli avventori dei locali pubblici. La ditta che ha preso in appalto il servizio provvederà a due interventi settimanali per la pulizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Stiamo facendo di tutto – ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Andrea Guido - per garantire il decoro urbano per l’estate. Vorrei cogliere l’occasione per appellarmi ai  cittadini e ai visitatori affinché prevalga il senso civico e la coscienza ambientale. Tutti i nostri sforzi potrebbero valere poco se non supportati da un piccolo impegno da parte di tutti, non solo degli operatori commerciali, ma dell’intera cittadinanza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Giovane leccese aggredisce a pugni e manda in ospedale militare barese

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

  • Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

Torna su
LeccePrima è in caricamento