Su spiaggia pubblica basi di cemento per ombrelloni. E il posto è assicurato

Da Spiaggiabella l'assessore all'Ambiente, Carlo Mignone, segnala una pessima consuetudine, diffusa peraltro anche in altre marine del Salento

Una delle foto postate dall'assessore Mignone.

SPIAGGIABELLA (Lecce) - Pretendono che l'amministrazione comunale tenga la spiaggia pubblica sia sempre in ordine, ma poi la gestiscono come una cosa privata lasciando in maniera permanente dei basamenti di cemento per piantare gli ombrelloni.

E sembrano anche non accorgersi che si tratti di un abuso nei confronti della libera fruizione e di una potenziale causa di danneggiamento dei mezzi meccanici utilizzati per la pulizia. L'assessore all'Ambiente del Comune di Lecce, Carlo Mignone, ha diffuso delle fotografie scattate a Spiaggiabella, marina leccese, nelle quali si vedono una dozzina di blocchi piazzati uno accanto all'altro sul demanio pubblico.

L'esponente della giunta ha assicurato che, se non vi provvederanno gli stessi responsabili (villeggianti del posto o, magari, noleggiatori di attrezzature), i basamenti a breve saranno rimossi dal nucleo dell'ispettorato edilizio. L'iniziativa di Mignone di rendere pubblica la situazione è stata condivisa dalla sua collega Rita Miglietta, che ha la delega all'Urbanistica e che ha ricordato una cosa che dovrebbe essere abbastanza semplice: "Non si posano in spiaggia filari di basamenti in cemento per alloggiare ombrelloni. Nulla in spiaggia si può installare senza autorizzazione".

Lecce del resto è anche questo, il Salento è anche questo come testimonia la notizia di qualche settimana addietro nata da una comunicazione del Comune di Porto Cesareo e una recente segnalazione giunta da una frequentatrice della cittadina rivierasca. Intanto questa mattina sono proseguite le operazioni di pulizia dell'arenile, a San Cataldo (lungomare e Ponticello) con i mezzi meccanici e a Torre Rinalda manualmente, come deve avvenire in tutta l'area ricadente nel parco Paludi e Bosco di Rauccio. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento