Biblioteca per bimbi ai Teatini e nuove prospettive per lo Scipione Ammirato

Con LecceOpenLibraries si vuole creare un sistema di centri lettura e socialità. La Fondazione per il Sud ha selezionato l'edificio di via Costadura

La sala conferenza nel chiostro dei Teatini.

LECCE – Una biblioteca per bambini e famiglie nel chiostro dei Teatini, un progetto di riqualificazione che muove i primi passi per lo Scipione Ammirato, in via di Pettorano. Sul fronte delle politiche culturali l’amministrazione comunale lancia due segnali.

Il primo riguarda la concessione alla cooperativa sociale Imago, deliberata in giunta, della sala conferenze e di quella adiacente site al piano terra dell’ex convento di corso Vittorio Emanuele II. Il progetto LecceOpenLibraries prevede fino a dicembre  un programma di promozione della lettura per ragazzi e famiglie da realizzare  contemporaneamente in differenti punti della città secondo una logica di rete che si dirama da un punto centrale, l'ex Convento dei Teatini su Corso Vittorio Emanuele. Qui sarà allestito uno spazio attrezzato non solo per attività di lettura, scrittura, ma anche per attività laboratoriali per bambini e famiglie, finalizzate a sviluppare la creatività, l'apprendimento, la relazione e l'accoglienza. Nel chiostro, all'aperto, sono previste letture ad alta voce e laboratori.

L'obiettivo di LecceOpenLibraries è realizzare un primo sistema di piccole biblioteche contemporanee dislocate nei quartieri della città dove favorire, insieme alla promozione della lettura per i ragazzi e le loro famiglie, opportunità di incontri socialmente innovativi, pratiche di inclusione sociale, percorsi di longlife learning con particolare attenzione a possibilità di accesso a tutti alle risorse digitali. Oltre al centro dei Teatini, le aree individuate dal progetto nelle quali realizzare le iniziative sono il Parco di Belloluogo, il Campo Montefusco, Parco Tafuro e il Parco Melissa Bassi (trax road).

“In attesa della biblioteca degli Agostiniani cominciamo nel frattempo con questa piccola biblioteca dedicata ai più piccoli che vogliamo vengano ai Teatini con mamma e papà sapendo di trovare libri, laboratori e uno spazio dove giocare e sentirsi a proprio agio - ha commentato l'assessore alla Cultura, Antonella Agnoli. Questo progetto, finanziato dal Centro per la Lettura prosegue l'attività che abbiamo avviato con Lecce città del Libro e dà ulteriore valore all'idea che abbiamo dei Teatini come punto di riferimento culturale per tutta la città”.

Via ai progetti per lo Scipione Ammirato

Dopo una fase di stallo dovuta alla conclusione della convenzione precedente, nuovo prospettive si aprono per lo Scipione Ammirato, immobile molto particolare sito in via di Pettorano. L'edificio era stato candidato su proposta dell'assessore all'Urbanistica e al Patrimonio Rita Miglietta insieme alle assessore alle Politiche giovanili Silvia Miglietta e alla Cultura Antonella Agnoli nell'ambito di un bando della Fondazione per il Sud: quella dell'amministrazione leccese è una delle 14 proposte selezionate tra 145 presentate.

Ammirato-2Lo Scipione Ammirato di Lecce è tra i 14 edifici idonei a ospitare attività socio culturali selezionati nel Sud Italia dal bando della Fondazione con il Sud Il bene torna comune, al quale la giunta lo aveva candidato su proposta dell'assessore all'Urbanistica e al Patrimonio Rita Miglietta insieme alle assessore alle Politiche giovanili Silvia Miglietta e alla Cultura Antonella Agnoli nel marzo scorso. La proposta del Comune di Lecce è stata selezionata tra 145 presentate. Dopo la stipula di una apposita convenzione si potrà contare su un contributo fino a mezzo milione di euro per riqualificazione e gestione, vincolato a dieci anni.

Da agosto le realà del terzo settore interessate potranno candidare progetti socio culturali per la valorizzazione del bene in un’ottica di uso comune e di restituzione alla collettività degli immobili. Ciascuna proposta selezionata potrà essere finanziata fino ad un massimo di 500mila euro. “Le proposte progettuali potranno essere presentate da partnership composte da almeno tre soggetti, di cui due organizzazioni di terzo settore, oltre a istituzioni, università, mondo economico e della ricerca – si legge nel bando – Le proposte dovranno prevedere interventi capaci di generare concreti effetti positivi, in termini di sviluppo socio-economico, per la comunità locale”.

"Abbiamo chiaro l'obiettivo di trasformare il patrimonio pubblico in una risorsa che deve essere liberata per la creazione di nuove imprese del terzo settore, di nuove opportunità aggregative e di rigenerazione dei quartieri à ha dichiarato l'assessore all'Urbanistica, Rita Miglietta. Un impegno importante perché abbiamo il dovere di restituire, con ogni sforzo, il nostro patrimonio storico alla comunità che deve poterlo fruire in un sistema integrato e diversificato. Lo Scipione Ammirato, immobile importante, dalle grandi potenzialità per la presenza di spazi aperti al quartiere e la sua localizzazione di cerniera tra Santa Rosa e il Centro Antico della città, aveva accumulato nel tempo elementi di criticità esponendolo a diffusi elementi di degrado”. 

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito www.ilbenetornacomune.it

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento