Unità nei Giovani Democratici: Ciardo prossimo segretario

Studente universitario, è attuale responsabile organizzativo. Prenderò il posto di Fabrizio Morgagni

Andrea Ciardo.

LECCE – Ha 26 anni, è originario di Tricase, e frequenta i corsi della laurea magistrale in Studi geopolitici e internazionali. Andrea Ciardo è il candidato unitario alla segreteria provinciale dei Giovani Democratici che hanno avviato la fase congressuale che si concluderà nel prossimo mese.

Le nuove leve del Pd quindi, ben lungi dalle lotte intestine in corso tra i senior, hanno scelto la strada della continuità. Ciardo è attualmente responsabile dell’organizzazione provinciale.

“Ancora una volta – ha dichiarato il segretario uscente, Fabrizio Morgani - abbiamo dimostrato l’unità d’intenti della nostra giovanile e la scelta della persona di Andrea come candidato unico alla nuova segreteria provinciale è la dimostrazione della compattezza e della maturità dei nostri ragazzi che, ogni giorno, s’impegnano sul territorio per portare avanti le nostre battaglie”.

Naturalmente soddisfatto il diretto interessato: “Sono orgoglioso del fatto che tutti i circoli dei Giovani Democratici della federazione di Lecce abbiano indicato il mio nome come candidato alla segreteria provinciale ha e ciò non può far altro che accrescere le responsabilità e la voglia di far bene. Mi candido a Segretario provinciale di questa comunità per continuare sulla strada politica tracciata dai segretari precedenti: Stefano Minerva, con la sua passione, Luciano Marrocco, con la sua forza d’animo, e Fabrizio Morgagni, con la sua lucidità e la sua razionalità”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Posso scattarti delle foto? Ma è solo una scusa per molestarla. Arrestato

    • Cronaca

      Galleria Condò, Anas preme per terminare i lavori prima di agosto

    • Cronaca

      Rapinatore nel centro scommesse, in fuga con 3mila 500 euro

    • Cronaca

      Fermati con ordigni esplosivi modificati con chiodi, due restano in carcere

    I più letti della settimana

    • Il digiuno dell'oncologo contro il gasdotto: "Chiudete il cantiere"

    • Il sindaco non si arrende: "Noi continueremo a protestare"

    • In rete il bando per diventare assessori con il M5S: solo tre nominati

    • Nardò, dimissioni per il consigliere Risi: "Troppi impegni professionali"

    • Sindaco e country manager Tap dal prefetto: tregua per sistemare i 12 ulivi

    • Nel segno della Costituzione e dei giovani la Festa della Liberazione

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento