Club Med, Dario Stefàno chiede la convocazione della Task Force occupazione

L'assessore regionale interviene sulla delicata vicenda del passaggio di proprietà di una delle strutture più importanti del turismo locale e lancia la propria proposta. E aggiunge: "Inaccettabile l'atteggiamento di Invitalia"

OTRANTO - Club Med Otranto, l’assessore regionale Dario Stefàno chiede la convocazione urgente della Task Force Occupazione regionale. La questione riguarda la vicenda del passaggio di proprietà del Club Med, una delle strutture più importanti e antiche del turismo pugliese, e dei relativi effetti sul personale occupato.

“Club Med – spiega l’assessore Stefàno - sembrerebbe orientata ad abbandonare la gestione del villaggio otrantino nell’immediato, ancor prima delle procedure del passaggio di proprietà, a causa di difficoltà di rapporto con Invitalia, circostanza che si abbatterebbe in primis sul personale occupato. Ritengo che attraverso La Task Force Occupazione si possa affrontare la questione con l’obiettivo di individuare le iniziative utili a dare continuità ad una esperienza che ha segnato l’avvio della vicenda turistica nel Salento e, parallelamente, assicurare ai lavoratori impegnati nella struttura otrantina la massima tutela e la necessaria continuità”.

“Non possiamo rimanere fermi – conclude Stefàno - di fronte ad una vicenda che rischia di vanificare l’impegno e la iniziativa della Regione Puglia, unica Regione in Italia ad aver stanziato direttamente risorse per ammodernare la struttura e finanziare un programma di investimenti”.

La Regione Puglia, infatti, ha finanziato direttamente il contratto di programma multiregionale turismo, presentato da Italia Turismo, che prevedeva, tra gli altri interventi, l’ammodernamento del complesso turistico Torre d’Otranto, dove opera il Club Med, per un investimento pari a oltre 15 milioni di euro con un contributo diretto pari a 4,5 milioni di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

Torna su
LeccePrima è in caricamento