Codacons nazionale attacca M5S e su Tap annuncia un ricorso

L'associazione di difesa dei consumatori rompe gli indugi. Metterà a disposizione il suo pool di esperti ambientali per presentarsi al Tar contro il gasdotto. Il presidente Rienzi: "Maggiori i danni dei benefici che se ne avranno"

ROMA – Un ricorso al Tar di Lecce, contro la realizzazione del gasdotto di Trans Adriatic Pipeline. L’annuncio arriva direttamente dal fondatore e presidente nazionale del Codacons, l’avvocato Carlo Rienzi. La nota associazione che si occupa della tutela degli interessi dei consumatori, finora era rimasta alla finestra. Ma ha deciso di rompere gli indugi, anche perché sarebbero ormai tante le richieste d’intervento ricevute da cittadini pugliesi e comitati locali. Non sarebbe certo il primo tentativo di ricorrere a un tribunale per fermare i lavori del gasdotto. Ma ora ha deciso di provarci anche il Codacons, mettendo a disposizione il proprio pool di esperti ambientali.  

Rienzi parte nella sua disamina da un’accusa, diretta, nei confronti dell’approccio che il Movimento 5 stelle ha avuto sulla materia. Di cui, per la verità, si è già discusso molto. “E’ evidente che sulla Puglia l’attività del M5S è stata totalmente fallimentare, e sta ricevendo la netta bocciatura della popolazione”, attacca il presidente Rienzi. “Dopo anni di promesse e di urla da parte del Movimento, l’ambiente in regione viene letteralmente svenduto, con gravi rischi per il territorio”.

“Per tale motivo – aggiunge Rienzi - e accogliendo le richieste d’aiuto giunte da cittadini e comitati pugliesi abbiamo deciso di ricorrere al Tar chiedendo la sospensione dei lavori di realizzazione della Tap, che comprometteranno in modo irreversibile una delle zone paesaggisticamente più belle d’Italia: il Salento. Ricorso che verrà sottoposto ai comitati e ai soggetti locali interessati per una valutazione condivisa con il team di legali ed esperti ambientali del Codacons”.

L’associazione porterà avanti l’iniziativa legale, partendo da quelli che ritiene vari rischi, legati alla cementificazione, all’inquinamento e ai danni all’ambiente. Secondo il Codacons, saranno questi gli effetti della realizzazione dell’opera, ritenendoli più elevati rispetto ai benefici economici che potrà determinare. Basi di partenza su cui si farà leva, l’aggiramento dei principi democratici, con la mancata partecipazione dei cittadini al procedimento amministrativo che ha dato il via libera all’opera.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Wow!!! Abbiamo il Codacons??? E fin'ora dove si erano nascosti??? E le cose serie quando le faranno??? Ok,ok!!! Troppe domande...

  • Ma questo soggetto di nome Rienzi che ricorda tristemente un Presidente del consiglio avuto poco tempo addietro è al corrente che la Puglia non è mai stata governata dal M5S ma da 20 anni a questa parte dai vari Fitto, Vendola ed Emiliano? Articolo quanto meno di parte oltre che vergognoso..... caro direttore di Lecce Prima, ma ci sei o ci fai?

    • Mi indichi cortesemente in quale paragrafo dell'articolo si deduce che l'articolo è di "parte" ? Forse voleva dire che il Codacons è di parte?

    • Avatar anonimo di Emilio Faivre
      Emilio Faivre

      A me sembra evidente che il Codacons si riferisca alle attività svolte dai parlamentari del Movimento 5 Stelle per quanto riguarda la Puglia. Oppure, gentilissimo lettore, hai già dimenticato i manifesti bruciati a San Foca? Capisco che il leitmotiv dell’uomo da tastiera sia attaccare la stampa per tutto ciò che non gli aggrada. Ma, in fin dei conti, il Codacons ha giusto espresso le sue opinioni e annunciato una battaglia legale. La notizia è stata data anche da altre testate. E allora, cosa ci sarebbe di parte nell’articolo? Non tiratemi per la giacchetta, che siate anonimi agitatori forzisti, piddini, leghisti, pentastellati o altro ancora. Io, sono distante anni luce dalle vostre misere baruffe politiche e dalle vostre chiavi di lettura di parte e complottistiche su qualsiasi articolo venga scritto.

      • Complimenti Direttore !! Capire e leggere un articolo e diventato difficile. Riportare delle notizie per qualcuno significa essere di parte.

  • E' semplicemente indecente leggere articoli come questo, dove si legge che il Codacons vorrebbe impugnare la TAP, e indirettamente 5Stelle. Mi chiedo il Presidente Rienzi dove stava in tutti questi anni nei quali i politici di Forza Italia e il PD concordavano il progetto TAP, adesso afferma che i benefici sono inferiori ai danni ?

  • Ma dove era il codacons come anche i comuni sulla costa che hanno consentito la cementificazione e deturpamento delle marine,con la costruzione di muri che impediscono anche la vista al mare. Sarebbe questa la battaglia da fare per il recupero della costa. Abbattere le costruzioni abusive invece che fare una battaglia ideologica in favore dei gestori dei lidi. I quattro gatti dei no tap non devono parlare a nome della popolazione locale che ormai si è rotta delle loro baggianate.

  • Adesso si mettono anche questi a fare i salvatori dell'ambiente. Pensate a fare qualcosa di più utile ai cittadini.

  • chiunque si opponga alla tap è meritevole di lode senza se e senza ma

    • Infatti bisogna non pensare con la propria testa. Basta dire no a TAP. secondo voi 4 gatti va bene. Tutti i ricorsi fatti sono stati respiti. Evidentemente c'è chi ha tempo da perdere

  • Adesso la codacons fa politica? Sbatteranno contro il muro del consiglio di stato.

  • Che strano!!!!! Dov'era fino ad ora la codacons? Forse prima era maggioranza ed ora è opposizione?

  • Farebbe bene il codacons ad occuparsi di altro, è inutile cavalcate questa vicenda che è solo la guerra di pochi, mentre l’ente deve salvaguardare gli interessi nazionali.

  • Già...meglio fare causa all'Inps per un certificato che class action contro la Colacem. quando caxxo vinco con la Colacem....

  • Basta dire che il Codacons si è messo dalla parte degli antivax e ha promosso altre campagne discutibili.

  • Quante str............ il Codacons attacca la politica per questo , giusto, ma perché non attacca anche la politica locale per il mancato controllo contro l’abusivismo edilizio sulla costa, ci sono centinaia di case abusive che deturpano il territorio, l abusivismo si, la TAP no, una logica del c.....

    • Sulle marine adriatiche c'è tanto abusivismo che a confronto la TAP è il "paradiso in terra". Pozzi neri, strade abusive, lottizzazioni non autorizzate, costruzioni abusive sugli scogli e sulla sabbia, esercizi commerciali incontrollati e ora questo codacons parla di cementificazione e inquinamento, una bella faccia tosta, ma dove erano da 50 anni sino a questa data.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arrestato dopo il colpo in banca da 11mila euro: era evaso dai domiciliari

  • Attualità

    Prodotti a base di canapa, lo sgomento della dirigente del Banzi-Bazoli

  • Politica

    Strade periferiche e zona industriale: bonifica speciale dai rifiuti abbandonati

  • Cronaca

    Operazione "Offside", la Cassazione: mancano i gravi indizi per Coluccia

I più letti della settimana

  • Sesso e regali per favori e processi: in arresto un pm, dirigenti sanitari e avvocata

  • Sesso con il pm per avere vantaggi, l'avvocatessa sotto torchio per un'ora

  • Forte boato squarcia il Nord Salento. L'Aeronautica: "Un bang sonico"

  • Inchiesta "sesso & giustizia", il pm in carcere interrogato oltre un'ora

  • Scontro fra auto e moto sulla strada per il mare, centauro in ospedale

  • Inchiesta sesso&giustizia, Altavilla: “Triste pagina, ma indagine non è condanna”

Torna su
LeccePrima è in caricamento