Compost community: trasforma i tuoi rifiuti in risorsa

Si terrà giovedì 26 marzo alle ore 18 nella Sala Comunale “Centro per la legalità” di Monteroni (Le) la presentazione del progetto “Compost Community” realizzato dall’associazione E.M.S. – Ente Modelli Sostenibili in collaborazione con il Comune di Monteroni mirato sia alla riduzione della produzione dei rifiuti conferiti in discarica che della Tari per i cittadini (un 30% in meno, come da regolamento approvato).

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima


Si terrà giovedì 26 marzo alle ore 18 nella Sala Comunale "Centro per la legalità" di Monteroni (Le) la presentazione del progetto "Compost Community" realizzato dall'associazione E.M.S. - Ente Modelli Sostenibili in collaborazione con il Comune di Monteroni mirato sia alla riduzione della produzione dei rifiuti conferiti in discarica che della Tari per i cittadini (un 30% in meno, come da regolamento approvato).
Il progetto prevede una serie di laboratori didattici di costruzione di una compostiera domestica e guida all'utilizzo per famiglie programmati per giorno 28 marzo e 11 aprile dalle ore 15 alle 19 presso la Sala Comunale "Centro per la legalità" di Monteroni.
E tanto era stato programmato dalla passata Amministrazione nell'ambito delle iniziative tenutesi a Monteroni durante la settimana Europea sulla Riduzione dei Rifiuti che aveva tra l'altro previsto delle azioni a medio - lungo termine mirate a:
- Riduzione di rifiuti alla fonte attraverso l'installazione di casette dell'acqua e raccoglitori di olio esausto, così come è avvenuto;
- Apertura del nuovo centro di raccolta sito presso la nuova zona industriale (c.da Pinco Centonze);
- Attuazione degli acquisti verdi nella Pubblica Amministrazione, come atto di indirizzo già deliberato dalla Giunta Comunale nel maggio 2013;
- Campagna di informazione per incentivare la politica del riciclo e del riuso con il concorso "ECOSCERIFFO"; il PORTA, PESA E VINCI e la mostra "RIFIUTO E' ARTE"
.
E tanto per aumentare la raccolta differenziata e per accrescere la coscienza ambientale, atteso che il Comune di Monteroni era stato uno dei primi ad avviare nel 2009 la raccolta differenziata con il sistema porta a porta, raggiungendo da subito la percentuale del 22%. Ma poi, nonostante gli sforzi, le campagne di sensibilizzazione, la distribuzione delle compostiere domestiche (circa 150, evidentemente non sufficienti, visto la crescente richiesta per cui l'idea del corso), la percentuale non si è più spostata.
Vi è da dire che il Comune di Monteroni, astretto nelle maglie di una ordinanza sindacale di proroga alla ditta appaltatrice dei rifiuti, non ha potuto intervenire se non attraverso una semplice proroga sic et simpliciter (emessa dal Sindaco), senza la possibilità di poter apportare alcuna modifica al contratto de quo.
Ad esempio si prospettava la possibilità di differenziare ulteriormente la frazione umida dalla secca, attraverso la raccolta spinta con l'adozione di un regolamento sull'autocompostoggio: regolamento che sarà presentato prossimamente e protocollato presso il Comune di Monteroni al fine di attuarlo, nonostante il periodo di commissariamento.
Infatti non bisogna dimenticare che a giugno i comuni (nonostante l'illegittimità accertata dal Consiglio di Stato di una tassa iniqua) saranno nuovamente chiamati ad aumentare di cinque punti percentuale la raccolta differenziata per non incorrere nuovamente nell'ecotassa (scampata nel 2014 anche grazie alla caparbietà e lungimiranza di alcuni Comuni che hanno impugnato la legge).
A tal proposito auspichiamo che siano tante le iniziative che saranno poste in essere da privati e cittadini per raggiungere l'obiettivo, continuando con le attività di sensibilizzazione nelle scuole e nelle famiglie (si potrebbe prospettare un porta, pesa e vinci, quale iniziativa ben riuscita nel corso della precedente amministrazione), ma anche iniziare ad attuare il regolamento relativo alla applicazione delle sanzioni ai soggetti che conferiscono il rifiuto in modo NON conforme.
E tanto nell'attesa delle ARO e con l'unica certezza che il nostro comune comunque farà pagare ai cittadini la tassazione più bassa rispetto agli altri.
Avv. Massimo LORENZO
Consigliere comunale uscente con delega all'ambiente della Città di Monteroni

Torna su
LeccePrima è in caricamento