"Comune in debito con la Lupiae per 2 milioni di euro"

Secondo il consigliere Carlo Salvemini dei Ds il dato sarebbe ufficiale, perché documentato da atti regolarmente approvati. "E' grave che trascorsi due mesi chi di dovere abbia taciuto"

Una veduta frontale di Palazzo Carafa
"E' ufficiale, perché documentato da atti regolarmente approvati: l'amministrazione Poli ha un debito sommerso, ossia non ancora dichiarato e riconosciuto nei confronti della Lupiae servizi di circa 2 milioni di euro".

E' quanto dichiarato dal consigliere comunale dei Ds Carlo Salvemini. "Il nuovo debito fuori bilancio che l'amministrazione ha contratto nei confronti della Lupiae servizi - prosegue Salvemini - emerge dal bilancio 2005 della società, approvato al 21 dicembre scorso dell'assemblea degli azionisti. Da dove è riscontrabile una differenza di 2 milioni e mezzo di euro tra i crediti indicati dalla Lupiae nei confronti del Comune di Lecce (pari a 4 milioni 671 mila 160 euro) e i debiti riportati nel consuntivo del Comune nei confronti della stessa società (2 milioni 147 mila euro)".

"Si tratta di una mancata coincidenza di voci a credito e debito - aggiunge il consigliere dell'opposizione - che descrive per l'appunto l'esistenza di un debito sommerso verso la Lupiae che deve essere urgentemente portato in Consiglio comunale per il suo riconoscimento".

"E' dalla data di approvazione del bilancio 2005 della Lupiae che il dato è ufficiale e oggettivamente riscontrabile ed è grave che ad oggi, trascorsi due mesi, chi di dovere abbia taciuto - incalza Salvemini - nonostante la Corte dei conti abbia in più sedi ed occasioni richiamato le amministrazioni locali a comportamenti responsabili in presenza di debiti fuori bilancio che, una volta emersi, devono essere senza indugio riconosciuti per la loro copertura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

Torna su
LeccePrima è in caricamento