Tondo lascia Forza Italia. Mazzotta: “Ripartiamo da chi ci ha messo la faccia”

Il consigliere comunale eletto nel 2012 con il Pdl ha formalizzato il suo ingresso nel gruppo misto. Il coordinatore provinciale giudica positivamente il risultato elettorale: "L'obiettivo è ricostruire il centrodestra con chi si è schierato in prima linea"

LECCE – Il consigliere comunale Angelo Tondo (nella foto, sotto) ha formalizzato questa mattina l’uscita dal gruppo di Forza Italia, che ora resta con sei esponenti tra i banchi dell’aula consiliare: Fiorino Greco, Roberto Martella, Nunzia Brandi, Damiano D’Autilia, Massimo Alfarano e Gianni Garrisi. Tondo entra quindi a far parte del gruppo misto – dove trova Fernando Calò, che ha lasciato Lecce Città del Mondo, Giuseppe Ripa (ex Ncd), Paride Mazzotta, che è coordinatore provinciale del partito di Berlusconi ma non ancora “ammesso” a Palazzo Carafa, e Loredana Capone (centrosinistra).

La decisione di Tondo è un altro segnale del riposizionamento in corso nel centrodestra, dove la situazione è in perenne divenire in attesa di una definitiva risoluzione del conflitto tra Silvio Berlusconi e Raffaele Fitto  - che ha comunque già presentato un nuovo gruppo in Senato, denominato “Riformisti e conservatori” nel solco di un’esperienza politica presente nel Parlamento Europeo. E lo stesso sindaco, Paolo Perrone, aveva annunciato che dopo le elezioni regionali ci sarebbe stata una verifica nella maggioranza per comprendere priorità e modalità dello scorcio finale di consiliatura, la cui scadenza è nel 2017.

angelotondo-2Intanto da Paride Mazzotta arriva un bilanci sull’esito del voto del 31 maggio: “Il risultato ottenuto è di sicuro positivo, considerando il breve tempo che abbiamo avuto a disposizione in questa campagna elettorale. Abbiamo ottenuto quasi l’11 per cento a livello regionale, in un periodo certamente difficile per la politica in generale e per il centro destra in particolare. Forza Italia ripartirà da questa base di elettori, che ha dimostrato attraverso il voto ancora fiducia in Forza Italia, e da tutte quelle persone che si sono schierate in prima linea, candidandosi alle regionali, con l’obiettivo di ricostruire Forza Italia e il centrodestra, continuando a combattere questa difficilissima battaglia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla parole di Mazzotta è evidente che ci sono dei nodi che adesso, a urne chiuse, possono essere sciolti: “Nei prossimi giorni verranno definite nei vari comuni alcune situazioni, soprattutto dove esistono delle questioni da risolvere, come ad esempio a Lecce e a Squinzano, dove la capogruppo di Forza Italia si è candidata con una lista opposta. Ci auspichiamo che si faccia chiarezza quanto prima per poter ripartire per la ricostruzione di Forza Italia e del centro destra in generale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Con l'auto fino in mare per depositare la moto d'acqua: sconcerto a San Cataldo

Torna su
LeccePrima è in caricamento