homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Moser al Velodromo, Scorrano: “Passerella di Gabellone per sollecitare finanziamenti”

Il capogruppo di Salento Bene Comune in Provincia ha presentato un'interrogazione per chiedere lumi sulla struttura sportiva, "ma è ancora senza risposta"

Francesco Moser (@TM News/Infophoto)

LECCE – Nuovo capitolo nella vicenda relativa al velodromo degli Ulivi di Monteroni di Lecce. A tornare sull’argomento, dopo un’interrogazione provinciale, è il consigliere di opposizione a Palazzo dei Celestini, Danilo Scorrano. In vista dell’arrivo di Francesco Moser, previsto nel Salento per la giornata di domani, il capogruppo di Salento Bene Comune dichiara: “Lodevole l'iniziativa di ospitare il campione di ciclismo Francesco Moser, esempio di professionalità e rigore morale nello sport e nella vita. Merito alla dirigente del Liceo scientifico Leonardo Da Vinci di Maglie per aver organizzato l'evento.  Francesco Moser in una intervista di sabato scorso, rilasciata alla stampa locale, mette in evidenza quanto sia doloroso, parlando di "ferita", vedere il Velodromo degli Ulivi, teatro della conquista della sua medaglia d'oro nell'inseguimento nei mondiali del 1976, lasciato in stato di abbandono nonostante siano state stanziate, negli anni, somme ingenti per la sua ristrutturazione”.

Ma l’esponente di Sel torna poi su quell’interrogazione, presentata lo scorso 18 febbraio a Palazzo dei Celestini, e che ora si ritrova ancora senza una risposta. "Avevo chiesto al presidente Gabellone e al dirigente del settore Lavori pubblici, sollecitato anche da cittadini monteronesi, associazioni sportive ed appassionati, quale fosse lo stato dell'arte dei lavori di ristrutturazione del velodromo”, aggiunge Scorrano. “Da un sopralluogo presso la struttura, peraltro, ho potuto constatare come il cantiere sia, oltre che abbandonato, aperto e per nulla messo in sicurezza, risultando pericoloso per quanti dovessero accedervi. Il presidente Gabellone ora fa passerella con il campione per sollecitare un ulteriore finanziamento ministeriale. Ma siamo certi che la Provincia abbia fatto tutto quanto in suo potere per raggiungere l'obbiettivo di riportare il prestigioso impianto all'antico splendore? L'impressione è che ancora una volta si stia dando maggiore importanza all'apparenza e all'immagine piuttosto che alla sostanza. Attendo fiducioso una risposta, che sarebbe potuta venire nell'ultimo consiglio provinciale, ma la mia interrogazione, stranamente, non è stata messa all'ordine del giorno”, prosegue il consigliere.

“Questa faccenda del Velodromo degli Ulivi si può annoverare tra i casi di superficialità e cattiva gestione di risorse e degli appalti che da tempo denunciamo ( tra i quali quelli relativi alla Masseria Torcito, Villa Luisa, Rondò Collepasso, Nautico Gallipoli, ecc.). Speriamo che l’arrivo di Moser serva anche per dare la sveglia a Gabellone&Company, specialisti sicuramente nella disciplina dello "scaricabarile", un po’ meno nell'assumersi le responsabilità di scelte che hanno penalizzato la nostra comunità in questi anni. Nell'attesa dei chiarimenti istituzionali per dare soddisfazione, non al sottoscritto, ma ad un'intera comunità, agli sportivi ed appassionati che hanno il diritto di sapere, faccio un saluto sincero di benvenuto all'indiscusso campione, Francesco Moser", conclude.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Velodromo di Monteroni, un'altra piccola fetta che insieme a milioni di altre piccole fette ha creato quel mostro insaziabile che si chiama "Debito pubblico italiano", che strozza la nostra crescita, si alimenta con gli stessi interessi, e ci ha consegnato nelle mani delle strozzinerie di stato europee, che mettono il naso nelle nostre faccende interne ad ogni pisxxxta d'uccello. Ritornando al tema, se questo pseudo-recupero dovesse produrre solo uno spreco di denaro pubblico, meglio abbatterlo subito!

    • in una terra poi dove è quasi...vergogna andare in bici ..!?

  • Ora sono anni che non seguo più MOSER ma senza fare ricerche su internet so che quando si ritirò frutto i suoi guadagni meritati per incentivare la produzione di formaggi e vini con la sua famiglia da buon trentino laborioso e tenace non ha certo sperperato il denaro conquistato con il sudore ...è proprio il caso di dirlo...della fronte... e a suon si scalate in montagna e sprint da brivido, un esempio per noi gretti del TACCO d'Italia da seguire....era meglio cmq se non veniva...mmà!.

  • come volevasi dimostrare....si ritorna sull'argomento ogni volta che un articolo di giornale nomina il velodromo. Ho seguito da sportivo e cittadino l'evolversi della vicenda. Perche' non andiamo a vedere le foto pubblicate durante l'ultima gara di appalto affidata per il ripristino del velodromo?. Ebbene ci sono le foto di....strette di mano tra il Presidente Gabellone e i titolari delle ditte affidatarie. Vari commenti di questi Signori(?) che hanno fatto, sparire i soldi e fatto fallire le aziende. E mo si ritorna aparlare di affidamento dei lavori?. Ma stiamo scherzando? Per favore Pubblichiamo i nomi ndi questi signori che hanno fatto sparire centinaia di migliaia di euro e da questo poi si vedra' dove sono finiti i soldi, macchine di lusso, appartamenti attivita' nuove che non hqanno niente a che vedere con l'edilizia . E chiudo...

    • Da queste vicende si rivela la nostra incapacità cronica a fare azienda impresa managerialità , riuscire cioè; di creare benessere lavoro e bussines ...le processioni della via crucis ...li si che siamo insuperabili ...a matonna a matonna .

  • Qui nel Salento non ce una cultura della BICI , quindi non mi stupisco se un impianto finisce nel degrado, certo che ce da perdere la faccia sapere che MOSER arriva da una regione come il Trentino Alto Adige una delle più civili, pulite, paesaggi da fiaba, impianti perfetti poi trovarsi qui da noi in un contesto decisamente diverso ...chissà cosa penserà.

  • Avatar di xxx
    xxx

    I soldi vanno dati piano piano piano piano e con un programma di mantenimento delle strutture solo così può realizzarsi qualcosa e magari avere qualche posto di lavoro in piu

    • In Italia ogni volta che ce una erogazione di denaro pubblico bisogna mettere un RESPONSABILE cosichè se ce un ammanco ne risponde LUI senza se e senza ma.

  • passerella di gabellone???? a me pare ennesima figuraccia del gabelllone

Notizie di oggi

  • Politica

    Docenti precari al vertice in Provincia: "L'emergenza siamo noi"

  • Cronaca

    Per giorni fa “shopping” nei negozi di lusso del centro. Fermata una turista inglese

  • Politica

    Il concerto, il balletto delle cifre, il nodo sicurezza. Il bilancio del sindaco

  • Cronaca

    Con lo scooter finisce nelle campagne, muore carabiniere in pensione

I più letti della settimana

  • La Festa di Sant’Oronzo senza i tradizionali fuochi: il contributo dei leccesi ai terremotati

  • La Notte della Taranta diventa una grande maratona della solidarietà

  • Buche e mattonelle sconnesse, ferirsi in una città "europea"

  • Dramma degli operai della 275: i sindacati sollecitano le istituzioni

  • Nuovo porto turistico di Otranto, a giorni la sottoscrizione del progetto

  • Senzatetto morti in città, gli striscioni di Terra Rossa: “Nulla da festeggiare”

Torna su
LeccePrima è in caricamento