Direzione Italia invoca primarie e unità, ma Lecce popolare declina l'invito dei forzisti

Il gruppo di Fitto indica la strada già concordata per Bari e Foggia. Lunedì i partiti di centrodestra e i movimenti affini si ritrovano

Una foto dell'incontro di Direzione Italia.

LECCE – Un centrodestra aperto ad associazioni e movimenti, senza imposizioni per la scelta del candidato. Il coordinamento provinciale di Direzione Italia invoca l’unità dello schieramento per riprendere il controllo di Palazzo Carafa. Questa mattina si è tenuto un incontro a cui ha partecipato anche l’eurodeputato Raffaele Fitto, con i consiglieri uscenti Carmen Tessitore, Andrea Guido, Angelo Tondo e il coordinatore Antonio Gabellone.

Direzione Italia ha confermato di credere nelle primarie come strumento indispensabile, anche alla luce dei quanto si è concordato per gli altri capoluoghi pugliesi che a maggio sono chiamati al voto per le amministrative, Bari e Foggia. L’unica alternativa, hanno detto Fitto e i suoi, potrebbe essere la condivisione a stretto giro di posta di un candidato da parte di tutte le realtà coinvolte.

In vista del tavolo convocato per lunedì pomeriggio, Giorgio Pala, consigliere uscente di Fratelli d’Italia, ha manifestato la volontà di estendere l’invito anche ad Adriana Poli Bortone e ad Ugo Lisi. La prima è stata indicata da Forza Italia, ma ha già manifestato diverse perplessità ed è pronta a defilarsi, il secondo è stato chiamato in causa più che altro da indiscrezioni.

“Mai come in questo momento – scrive Pala in una nota - si rende necessario un armonico lavoro di smussamento degli spigoli creatisi negli ultimi anni all’interno di una coalizione, quella di centrodestra, largamente maggioritaria tra i leccesi. Il centrodestra, con umiltà e senza arroganza, deve fare tesoro di tutte le esperienze passate, senza trascurare le diverse sensibilità di chi è stato importante protagonista della politica locale”. 

Giorno di riunione anche per Lecce Popolare,  lista emanazione di Puglia Popolare, sigla che proviene dal centrodestra, ma che è adesso in ottimi rapporti con il governatore pugliese Michele Emiliano. "Abbiamo apprezzato l'attenzione prestata al nostro movimento civico, in particolare da parte di Forza Italia e dal suo coordinatore provinciale, Paride Mazzotta e dall'Udc, rappresentato  dal senatore Salvatore Ruggeri. Ma in questa fase riteniamo opportuno proseguire nel nostro impegno intrapreso di unire tutti i movimenti continuando con il tavolo del civismo da noi istituito,  convinti che in questo momento sia importante definire l'idea di città da sottoporre all'attenzione dei cittadini”.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento