Dodici nuove telecamere per la Ztl e "occhi" puntati su tutte le porte storiche

In giunta la delibera di indirizzo: si aggiungono alle otto esistenti, che comunque saranno sostituite. Si punta a stroncare il fenomeno degli accessi in senso vietato e attraverso vie diventate pedonali

Porta San Biagio.

LECCE – La giunta comunale ha approvato, nella seduta di questa mattina, la delibera di indirizzo per l’implementazione del sistema di rilevazione degli accessi alla zona a traffico limitato del centro storico.

Saranno dodici gli impianti di nuova installazione destinati a quelle strade, tecnicamente riservate ai pedoni, che vengono utilizzate per aggirare i varchi operativi: si tratta di vico Mondo Nuovo, vico dei Fieschi, via Matteotti, via Trinchese, via dei Mocenigo, via Biccari, via Maremonti, Porta San Biagio, via Bernardini, via De Argenteris, Porta Rudiae, piazzetta Arco di Trionfo: in quest’ultimo sito la telecamera garantirà la copertura del versante di Porta Napoli utilizzato in contromano da molti per accedere alla Ztl sfuggendo all’impianto già esistente. Discorso simile va fatto per Porta San Biagio e Porta Rudiae che i conducenti di ciclomotori utilizzano indifferentemente per l’entrata e per l’uscita. Sul punto, infatti, va chiarita una cosa: l’accesso delle due ruote a motore è libero in Ztl, ma non diversamente dagli altri mezzi i ciclomotori devono rispettare le isole pedonali e il codice della strada, non potendo cioè transitare in senso vietato.

“Questa scelta – ha dichiarato l'assessore alla Mobilità, Marco De Matteis - rappresenta un importante passo in avanti verso la regolamentazione della Ztl su cui stiamo lavorando, mettendo a punto il regolamento. Perimetrare in maniera completa l'area del centro storico ci permetterà di risolvere numerosi problemi relativi all'accesso indisciplinato dei veicoli da strade pedonali o da divieti o anche dei motocicli che accedono al centro storico dalle Porte San Biagio e Rudiae creando situazioni di pericolo soprattutto per i pedoni. Questo al fine di garantire la regolamentazione del traffico in corrispondenza dei punti di accesso della Ztl, la sicura circolazione dei pedoni e il libero accesso agli utenti in possesso di regolare autorizzazione”.

Inoltre, come l’assessore alla Mobilità, Marco De Matteis, aveva anticipato in una recente intervista, le telecamere oggi in funzione saranno sostituite da altre meno invasive e tecnologicamente più efficienti: si trovano in via Casale Fornello, via Marco Aurelio, via Fazzi,, vico dei Verardi, via Cairoli, via Vino, via Piero Palumbo e piazzetta Arco di Trionfo. Per l’amministrazione comunale il costo preventivato, comprensivo di installazione, è inferiore a quello attualmente sostenuto per le sole assistenza e manutenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento