E Paolo Perrone si mette a nudo su Internet

Presentato questa mattina presso il comitato del candidato sindaco della Cdl il sito che apre la campagna elettorale sul web. E così le nuove frontiere della comunicazione aprono anche nel Salento

sito_perrone_1
Paolo Perrone, candidato a sindaco per il centro destra alle amministrative di Lecce, si mette a nudo. E resta in mutande. Una provocazione, ovvio, che sfrutta le leve della comunicazione pubblicitaria più raffinata, dell'advertising di rimando milanese, una campagna mirata ad esaltare i suoi 40 anni, il "prodotto" novità da lanciare sul vasto pubblico degli elettori leccesi, circa 70mila. Mica uno scherzo.

Paolo Perrone si mette a nudo "perché non ho niente da nascondere", dice. Semplice. E poi, può anche permetterselo: allontana l'immagine comune del politico vecchio e panciuto. Insomma, se vi siete incuriositi, provate a farvi un giro nel suo sito www.paoloperrone.it, nella sezione "Identikit a 360 gradi", per la precisione, e avrete subito la sensazione che la politica è anche una cosa da giovanie per i giovani. Slogan caro da destra a sinistra, a dire il vero. Per i contenuti, poi, per i programmi, per il patto con gli elettori, per la sostanza, ognuno avrà le sue considerazioni. Qui, sia ben chiaro, ci esprimiamo solo sulla creatività pubblicitaria.

Il sito ha un format, flessibile e graficamente ben realizzato, molto leggero e interattivo. Questa mattina la presentazione dell'home page presso la sede del comitato, in via 95mo Reggimento Fanteria, dove Perrone ha illustrato l'iniziativa multimediale: "Attraverso internet - ha detto - offriamo la possibilità di interagire direttamente con i cittadini leccesi, dando ascolto alle loro proposte e ai loro suggerimenti".

Infatti, in un'altra sezione, nove video ritraggono Perrone che spiega "Le ragioni di una scelta", ma lo vediamo anche passeggiare nel cuore della "movida", in via Fernando d'Aragona; ed anche intento a spiegare "Lecce città d'arte", a parlare di "Giovani e lavoro" e così via a interpretare le esigenze della città.

E' il segnale, in definitiva, del modo di far politica locale che cambia. Dell'utilizzo delle leve pubblicitarie che vengono importate da queste parti non tanto per sorprendere, quanto per dire, a livello subliminale ma non tanto, "vogliamo scrollarci da sopra l'isolamento". E tutti ci sentiamo giovani e contemporanei. E così, accade sempre più sovente, che il tal candidato si affidi ai professionisti della comunicazione e pare di poter dire "che il fai da te" appartenga ormai al passato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Salento in lutto per la perdita di Luigi Russo, protagonista di lotte per ambiente e diritti

Torna su
LeccePrima è in caricamento