Elezioni amministrative a Campi Salentina. L’asse Pd-Como punta su Renis

Ufficializzata la seconda candidatura per le comunali dopo quella dell’ex vicesindaco Alfredo Fina. Per il commercialista in campo una lista civica sostenuta da Pd, Puglia in Più e dal centrodestra

CAMPI SALENTINA – La sua candidatura ufficiale era stata già sdoganata a partire dall’inizio di gennaio quando, dopo un percorso avviato e condiviso, il Pd di Campi Salentina aveva ricevuto e accolto la proposta di disponibilità da parte del movimento federato de La Puglia in Più per la candidatura univoca alla carica di sindaco di Giuseppe Renis. Una figura aggregante sulla quale non hanno avuto difficoltà a convergere anche altre forze politiche eterogenee della cittadina, tra cui le espressioni del centrodestra campese e in particolare del gruppo di minoranza uscente di Grande Campi, legata all’ex candidato sindaco e assessore provinciale Massimo Como.

Così questa mattina, nel centro culturale di Casa Prato-Calabrese, è stata presentata la candidatura di Giuseppe Renis, commercialista di 43 anni, sposato e padre di tre bambine, già assessore al Bilancio, al contenzioso e affari generali dal 2012 al 2014.  A sostegno del neo candidato sindaco ci sarà una lista civica, anche se ancora non è stato definito il nome, nella quale confluiranno le forze politiche di supporto del Pd, Puglia in Più e del centrodestra e che rappresentano l’alternativa all’altro candidato sindaco già ufficializzato due settimane addietro, ovvero l’ex vicesindaco Alfredo Fina (supportato da L'Alternativa c’è, minoranza del Pd cittadino, Sinistra Italiana, e Articolo Uno-Mdp). All’incontro di oggi erano presenti, insieme al candidato Renis, oltre a Massimo Como e alla consigliera uscente Serena Assenzio, anche Mario Daven  per La Puglia in Più, e Roberto Vetrugno, in rappresentanza del Pd cittadino e della segretaria reggente Marina Errico.

“Si tratta di una candidatura che ha l’obiettivo prioritario la riappacificazione sociale nel paese e che trova origine dalla convergenza del Pd, del movimento La Puglia in Più e di alcune forze di area liberal popolare già impegnate in città, che fanno capo anche ai consiglieri uscenti Massimo Como e Serena Assenzio” hanno spiegato a più voci i proponenti della nuova lista a sostegno di Giuseppe Renis. “ll nostro candidato interpreta l’esigenza di rinnovamento, di competenza e professionalità amministrative necessarie a guidare, in sintonia con le candidate ed i candidati consiglieri, una fase di profondo cambiamento indispensabile a costruire una Campi migliore”, hanno rimarcato le forze politiche che si sono riunite nella coalizione. La lista avrà un profilo marcatamente civico e “sarà la sintesi"  ha spiegato lo stesso Renis, “dell’incontro tra le forze politiche tra cui si è registrata sintonia sulle priorità da perseguire e una visione comune di città. Innanzitutto, il bisogno di pacificare il clima politico e la discussione pubblica  nella nostra città, che negli ultimi anni si è misurata con divisioni, anche violente, che ne hanno anche mortificato la leadership che storicamente ha interpretato su tutta l’area del Nord Salento” ha chiosato il candidato sindaco , “ma bisogna anche superare gli steccati ideologici per lavorare nell’interesse esclusivo dei cittadini, con l’occhio rivolto soprattutto ai più giovani, alla famiglia ed ai più fragili”.

Rinnovamento della classe dirigente, anche in senso anagrafico ed esperienza amministrativa saranno, dunque, alcuni degli elementi qualificanti della lista a sostegno di Giuseppe Renis, come hanno avuto modo di ribadire in sede di presentazione i referenti politici della coalizione.  E’ stata annunciata, a breve, anche la  partenza di una fase di ascolto della città “non solo per aggregare energie nuove, esperienze e competenze ma anche per scrivere un programma elettorale condiviso”. Le priorità elencante da Renis saranno: cultura e istruzione, tutela e salvaguardia dell’ambiente e del patrimonio comunale, sviluppo economico, mobilità sostenibile, tutela delle classi sociali più deboli, sviluppo urbanistico e infrastrutturale, rispetto delle regole e del senso civico. “La mia sarà una campagna elettorale senza livore e attacchi personali” ha concluso Giuseppe Renis, “e ci impegneremo invece a comunicare i nostri programmi e progetti per il rinnovamento della città. Non è eresia dire che in passato sono state fatte molte cose buone, ma è necessario ora apportare nuovi indirizzi e una ventata fresca di rinnovamento anche generazionale,  per scrive le pagine più belle della nostra Campi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal cestello durante la potatura degli alberi. Muore operaio di 49anni

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

  • In un casolare un fucile con matricola abrasa, cocaina ed eroina: 25enne in arresto

Torna su
LeccePrima è in caricamento