Eventi e sponsor, Tap presenta cartellone estivo. Sul centrosinistra bordate a 5 stelle

Martedì il consorzio che intende costruire il gasdotto con approdo a San Foca illustrerà le attività a sostegno delle manifestazioni estive. Dopo la lettera di Onofrio Introna, la senatrice del M5S, Barbara Lezzi insiste sull'ipocrisia della sinistra

La piattaforma Skate III usata per i recenti sondaggi in mare.

LECCE – Eventi e sponsor, un binomio scontato. Ma non quando si parla del progetto di gasdotto proposto da Tap, intorno al quale è in corso un aspro scontro anche dal punto di vista della comunicazione. Nella grande babele delle parole urlate e stampate, ci sono i mezzi convenzionali, come la pubblicità a pagamento su quotidiani e radio, e quelli più informali come la discussioni sui social network.

Nelle ultime settimane grande scalpore hanno suscitato i contributi economici elargiti dal consorzio a due grandi manifestazioni della tradizione salentina: la festa di San Pietro e Paolo a Galatina e quella di Santa Domenica a Scorrano. Gli importi sono modesti, qualche migliaio di euro, ma la questione ha un valore di ben altro spessore rispetto a quello economico perché si tratta di inserire nell’ambito di celebrazioni che rappresentano la storia e l’identità del territorio un marchio che con le sua opera causerà un impatto sul tratto di costa destinato ad accogliere il punto di approdo, San Foca, e lungo il tracciato del percorso a terra fino allo snodo Snam di Mesagne.

Martedì mattina Tap, nella nuova sede di via Templari, praticamente in piazza Sant’Oronzo, renderà nota la campagna di sponsorizzazioni per gli eventi dell’estate salentina. La strategia del consorzio è chiara: se da tempo è stata già battuta la strada dell’acquisto di spazi a pagamento sui mezzi di comunicazione – come farebbe legittimamente qualsiasi impresa privata -, quella di calarsi nelle viscere culturali del Salento rappresenta un salto di cui non si può tener conto anche perché coincide con una fase storica in cui gli enti locali sono costretti a portare drastici tagli ai proprio bilanci.

La guerra, lo si sa, la si combatte su più fronti. D’altra parte da qui al termine dell’estate è atteso il parere definitivo e vincolante del ministero dell’Ambiente del progetto – già bocciato due volte dalla Regione Puglia – e l’offensiva diplomatica dei proponenti è all’apice. Non casualmente inizia oggi la visita in Italia di tre giorni del presidente dell’Azerbaijan, il paese che ospita e controlla i giacimenti di gas che ambiscono a rappresentare un’alternativa a quello russo.  Per Ilham Aliyev sono in programma incontri al massimo livello.

Il dibattito, insomma, è caldo. E lo dimostra anche la lettera, piuttosto inconsueta, che il presidente del consiglio regionale, Onofrio Introna, di Sinistra Ecologia e Libertà,  ha scritto al sindaco di Melendugno, Marco Potì, fermo oppositore del progetto. Un testo nel quale il rappresentante istituzionale, che tale si firma e che si serve dell’ufficio stampa dell’ente, chiede al primo cittadino di non voltare le spalle al gasdotto e di favorire una soluzione alternativa a quella che prevede l’approdo a San Foca.

In attesa dunque di conoscere quante bandierine Tap piazzerà nel cartellone degli eventi estivi, interviene sulla vicenda la senatrice del Movimento 5 Stelle, Barbara Lezzi: “È evidente come il consenso dei cittadini salentini sia bersaglio del tiro incrociato che viene da una parte dal manager di Tap, Russo, che, da moderno Babbo Natale, elargisce regalie fuori stagione per placare la contrarietà a quest'opera invasiva ed inutile al territorio. Dall’altra, abbiamo la storica ipocrisia del centrosinistra che, colpevolmente o per mera ignoranza, è passato dal rivendicare royalties, ad annunciare fantomatiche riconversioni della centrale a carbone di Cerano (gli esperti non hanno potuto fare altro che deridere quest’ipotesi astrusa) per giungere all’ allarmismo. Si, perché Introna teme di essere schiavo delle contingenze internazionali che potrebbero farci subire una penuria di gas. Ma cosa dice? Mente o ignora che Renzi nel Documento economico e finanziario ha affermato che l’Italia, dati gli ingenti depositi di stoccaggio, non ha nulla da temere. Mente perché il gas di Tap non servirà l’Italia. Mente perché il gas di Tap è sostitutivo e non in aggiunta”.

In seconda battuta, l’esponente a 5 stelle concentra il focus della riflessione sulla possibilità che Tap contribuisca alla festa dei santi patroni di Lecce, in programma il 24, 25 e 26 di agosto: “Il sindaco Perrone dovrebbe ascoltare il suo territorio, le migliaia di persone che hanno partecipato con passione alla difesa della nostra costa e che si sono viste negare la possibilità di un percorso partecipativo che è stato bruscamente interrotto e non cedere all’opera imbonitrice e subdola di Tap che, facendo la carità con gli spiccioli, mina il valore della nostra tradizione e la nostra dignità volendosi imporre in quegli eventi a noi particolarmente cari”.

La parlamentare conclude poi con un riferimento alla sfida che Lecce sta affrontando per diventare Capitale europea della cultura del 2019: “Lecce, che si candida a città della Cultura, dovrebbe indignarsi e rispondere che non ha la mano tesa a raccogliere l’elemosina dello spocchioso country manager Russo. Bisogna, altresì, far intendere che il territorio non è in svendita e  informare Introna che è si vero che non si può produrre energia dal carbone, ma che gli interessi di Enel non convergono su Tap, che il gas non è rinnovabile e che esiste il fotovoltaico diffuso e, soprattutto, se si agisse sull’efficientamento si risparmierebbe ben il 35 per cento dell'energia, oltre a dare lavoro alle nostre imprese.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (43)

  • Ragazzi ci sono due o al massimo tre personaggi che come vedono scritto TAP vanno all'attacco , se leggete i loro post sono sempre uguali ,è da mesi che postano sempre gli stessi giudizi ,uno in particolare col nick di giovanni è piu' tecnico e dice di conoscere tutti i dettagli del progetto,è facile che siano pagati dal consorzio,a questo punto bisogna pensarle tutte. Secondo me non bisogna prenderli sul serio,li dobbiamo DELEGITTIMARE e trattare per quelli che sono ,faccio bene a dire PAPPAGALLI ?

    • questo è quello che sanno scrivere gli "unti" che non sanno controbattere. Siete solo 4 gatti capaci di denigrare chi non la pensa come voi.

      • Controbattere a chi? A chi usa il registratore a ripetizione? a chi si sente offeso e poi chiama migliaia di persone ( vecchi bambini,donne ragazzi )burattini IMBECCATI da qualcuno usando la parola pentastellati ? Per me sei uno stipendiato del consorzio TAP

        • Se questo le fa piacere ebbene si glielo confesso in pubblico. Sono stipendiato da TAP se questo le fa piacere, eppure l'ho già scritto in altri post. Del resto noto che è molto invidioso. Praticamente la persona che continua a commentare in maniera offensiva è lei. Se lei si dedica a leggere molto attentamente i commenti potrà notare che molte altri commentatori in questo spazio di libera e democratica discussione hanno detto "peste e "corna" contro i vari assessori deputati segretari di ogni partito sia di destra che di sinistra. Ma purtroppo devo constatare che a lei non interessa discutere Devo constatare invece che a lei danno fastidio i mie commenti perchè probabilmente hanno un pò di verità. Infatti quello che lei fa e commentare i miei post cercando di screditare chi non la pensa come lei. Cordiali Saluti e buoni commenti.

  • Qualcuno pensa che abbiamo l'anello al naso che ci regala un piccolo specchio per prendere il nostro oro. Indipendentemente dal M5S, che ormai a mio avviso ha perso la spinta iniziale , dobbiamo difendere il nostro territorio.

  • e comunque se neanche le chiare parole della Senatrice Lezzi del M5S vengono capite,vuol dire che i "pro tap" sono in malafede. "terra te pecure e pecurari"

    • Probabilmente anche i pro TAP sono in malafede cercando di dire no a tutto imbeccati da qualcuno.

      • E' da mesi che continui a ripetere sempre le stesse identiche frasi ,come un registratore ,avanti e torni indietro ,sono sempre piu' convinto che sei a stipendio di Russo ,bravo ,complimenti per l'impegno che ci metti, come vedi scritto TAP entri in gioco,ce da dire pero' che lo stipendio te lo guadagni ,il consorzio ha fatto un buon investimento ,solo che siete ancora pochini

        • Certo che sono a stipendio di TAP lei in malafede come è non lo ha ancora capito?? Lo scritto diverse volte che ogni volta che scrivo un post mi pagano. Mi sa che lei è molto invidioso. Ed anche se cambia nick si capisce un miglio di che pasta è fatto. Ed ora la finisca di mettere le cose sul personale. Lei è favorevole a NO TAP libero di farlo, come gli altri possono pensarla in maniera diversa.

        • Il sottoscritto ha preso parte a tutti. I tipi di discussione,dalla malavita ai tavolini dei bar,,dalla tap ai lidi. Sempre gli stessi messaggi ? Evidentemente troppo poco hai portato alle discussioni per poter cambiare idea.

  • Ragazzi ,tranquilli questi pseudo pro tap non esistono ,sono sempre loro del consorzio a postarsi da soli sotto nick falsi ,sono solo dei poveri disgraziati......

    • Sta te ticia na cosa, ma mmeglui llassu perdere! Convintu statti ca su tutti no tap

  • Al di là di tutto e senza voler esprimere pareri pro o contro il gasdotto credo che quelli della TAP abbiano sbagliato la strategia. Se invece di dare offerte per le feste patronali le avessero date ai nostri politici sicuramente costoro avrebbero trovato mille ragioni per ritenere l'impianto in questione indispensabile e assolutamente utile per le popolazioni. Questo è il vero disastro ambientale al quale i faccendieri che si spacciano per politici ci hanno abituati.

    • Chi ti dice che non l'abbiano fatto?

      • Significa allora che non ne hanno dati abbastanza altrimenti politici e amministratori sarebbero scesi in piazza per elogiare l'iniziativa assolutamente utile e indispensabile del gasdotto.

  • nel salento non si deve fare nulla, così diciamo; stranamente tutti fanno i stracavoli che vogliono

  • Ma cosa blaterate? Tumori? Il metano provoca tumori? Comunque ricordatevi che viviamo già in un reticolato di tubi di metano. Impatto ambientale? Si vedrà solo un campo destinato alla decompressione. Un campo dove almeno non vedremo pannelli. Domanda: ma vi siete mai presi la briga di informarvi per bene bene bene???? Su tutto!! Lunga vita al TAP. tiè

    • ma chi sei. quanto ti vorrei vorrei vedere in faccia ti farei vedere una cosa my frend e soprattutto ti faei vedere che sei buono a nasconderti dietro un sito. e cittu. NO TAP NO TAP NO TAP NO TAP NO TAP NO TAP NO TAP NO TAP NO TAP

      • Bravo!!! evidentemente lei non sa come funziona una tubazione, infatti sa solo scrivere NO TAP e basta, istruito (e disinformato) dai quattro seguaci del comitato.

        • Registratore.......sei solo un registratore,

      • Questa è una minaccia. La redazione di Lecceprima non filtra? Ascolta, ragiona un attimo, ma secondo te, un tubo che non vedremo mai, che problemi ci può mai dare?

    • E' inutile, sono de coccio , è tempo perso. in italia ormai sti 4 (anzi,...magari fossero 4) pseudoambientalisti bloccano tutto, incredibile...(informarsi? è una parola grossa per loro, sono accecati da principi assurdi)

    • Mi scusi sig. Andrea, ma per posare questi tubi non usano per caso alcun carburante? Le piattaforme come fanno a trivellare il fondo marino, con la forza di cento uomini? Inoltre si informi anche lei e scoprirà che del gas che arriverà, nemmeno un cm cubo sarà utilizzato nel Salento. Lunga vita al TAP, corta vita ai nostri figli.

      • Ma quali piattaforme devono trivellare che cosa?... mi spiega bene come funziona. Ho l'impressione che lei sia poco informato e sa dire solo NO TAP anche lei?

      • Infatti, l'unico inquinamento sarà dei gas di scarico dei mezzi di lavoro. E quindi? Anche gli escavatori per il fotovoltaico ed eolico andavano a gasolio e guarda i risultati: pale eoliche spesso ferme perché produciamo troppo.

        • veramente l'inquinamento altroché, ci sarà eccome. Per decomprimere il gas occorrerà riscaldarlo e questo provocherà emissioni a tutto spiano.

        • Che dire poi dei gas di scarico delle auto dei turisti ? Forse è per quello che strade sono scandalose , speriamo che vengano a piedi,adesso ho capito

  • ma perché secondo voi se portano il gasdotto chiuderà l'ilva e cerano? tap si comporta come tutte le multinazionali comprando tutto e tutti, passando soldi ai politici attraversi le fondazioni e comprando il consenso di tutti quei pecoroni che si vendono e vendono la loro terra x poche migliaia di euro...cosi come ha fatto la british american tobacco che x chiudere lecce ha passato i soldi a tutti...ai politici, vedi fondazione magna carta, ai sindacati e ai lavoratori stessi, lasciando dietro di se riconversioni fallite...così oltre a cerano e l'ilva lasceremo ai nostri figli in eredità un bel gasdotto e un bel mare di m...a...via i sindaci mercenari!

  • Rispondo alla senatrice Lezzi. Premesso che,della tap non mi interessa un tubo a casa ho 27 pannelli fotovoltaici,ragion per cui sfrutto l'energia elettrica di mia produzione.Premesso questo,senatrice a casa sua qual'e'l'energia maggiormente consumata.La demagogia non funziona a vita.Il gas dell'azerbaigin deve per forza sbarcare da qualche parte.Per cui lei indichi un sito dove l'impatto ambientale e' minimo e sara' piu credibile.Poi fara i conti con il territorio che indichera'.A meno che non indichera' casa sua o quella di una delle immense dimore di Beppe Grillo o Casaleggio.Mistificatori professionisti.

    • Giustissimo sig. Bruno, l'importante e' che non venga fatta in casa nostra, poi sto tubo da una parte deve pur uscire vero? Speriamo anche che non ci venga un tumore per aver mangiato del pesce inquinato .Ma a noi non succede mai nulla vedra', succede tutto agli altri, non a noi

      • Quindi un tubo sotterraneo inquinerà il mare, e di conseguenza i pesci? Ma qualcuno sa cosa è davvero un gasdotto? Vi aiuto io, è la versione più grande dei tubi sotterranei che attraversano OFNI SINGOLA VIA dei paesi che dispongono dei contatori per il metano

      • Onestamente le debbo dire di non aver capito nulla di quello che vuol dire.Si spieghi meglio,se le riesce ,che tranquillamente le rispondo.

  • Non vogliamo le pale eoliche, non vogliamo il fotovoltaico e non vogliamo il gasdotto. Continueremo a respirare la polvere di carbone da Cerano e i fumi velenosi dell'ILVA di Taranto, naturalmente, nel SALENTO, continueranno a salire le percentuali di morti per vari tipi di tumori. E bravi questi ambientalisti della domenica !!!

    • Tranquillo Peppeino: se faranno la TAP non verà eliminato un solo grammo di carbone da Cerano nè una sola molecola di CO2 dall'Ilva...... I tumori continueranno a salire ed in compenso a noi mancherà una spiaggia e un pezzo di Salento "mangiato" dal depressurizzatore della TAP senza pensare alla ferita da San Foca a Mesagne. In compenso, non avremo nemmeno un centesimo di sconto sul gas. Contento? Stai tranquillo, Peppino, che tu la prenderai in quel posto come tutti noi: fare l'ultrà del gas non ti riserverà un futuro migliore!

    • La senatrice infatti,strumentalizzando la questione,non risponde.Vuoi vedere che a casa sua c'e' il gasmetano che produce direttamente con i gas di scarico di Beppe Grillo e Casaleggio.Eureka abbiamo trovato!.Poverina! Ancora con la calza della Befana.

Notizie di oggi

  • settimana

    Minacce e proiettili a Parabita: lo Stato accanto ai commissari nelle elezioni

  • Cronaca

    "Violentò la figlia della convivente": condannato a 7 anni e 4 mesi

  • Attualità

    Reddito di cittadinanza, sono oltre 8 mila le domande accolte tra Lecce e provincia

  • Politica

    Esuberi e rischio licenziamenti in Sirti: i lavoratori si fermano per 4 ore

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Accerchiata la masseria dello spaccio. E in una grotta, droga a volontà e un'arma

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Attendono il direttore, arrivano i carabinieri: banda colta sul fatto

  • Cocaina, materiale esplosivo e arma in cassaforte: arresti e denunce

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

Torna su
LeccePrima è in caricamento